Come usare il defibrillatore: impara a salvare una vita

Come si può salvare la vita di una persona in arresto cardiocircolatorio? La domanda, per quanti non vantano competenze mediche, è difficilissima. E non solo per carenze legate a specifiche competenze: l’emotività, in questi momenti in cui ansia e timore prendono il sopravvento, può essere determinante.

Tanto quanto un defibrillatore, strumento che può aiutare il paziente vittima di un arresto (vedi il drammatico caso Morosini) o almeno contenere le conseguenze in attesa dell’arrivo dell’ambulanza del 118 e del personale medico (comunicate sempre all’operatore telefonico dello stato della persona da soccorrere e del sospetto arresto richiedendo la presenza di un dottore sul posto). La dottoressa Maria Rosa Calvi, anestesista e rianimatore del San Raffaele di Milano, ha illustrato in una prova simulata l’uso del defibrillatore semiautomatico, dotato di due tasti che consentono l’accensione e l’erogare la scarica quando è indicata.

Il video che vi proponiamo mostra come riconoscere il caso e le manovre da effettuare sul paziente, prima dell’arrivo del defibrillatore che dovrà rilevare la presenza o meno di attività nella persona incosciente ed esplicitare la necessità di erogare lo choc. Appoggiate le placche dove indicato dalle immagini, è importantissimo in quella eventualità allontanarsi al momento della scarica. Ricordiamo che, per quanti fossero interessati, Viva! organizza nell’ambito di una campagna di informazione e sensibilizzazione una settimana interamente dedicata alla rianimazione cardiopolmonare. Anche la Croce Rossa, per quanti fossero interessati, organizza corsi per non addetti ai lavori che vogliano apprendere le modalità di intervento in casi di emergenza.

Come usare il defibrillatore: impara a salvare una vita