Cosa sono gli ascaridi e come curare i bambini

Cosa sono gli ascaridi, i rischi, i sintomi riscontrati nei bambini e come giungere ad una cura efficace per la salvaguardia della salute dei nostri figli

Gli ascaridi, chiamati Ascaris lumbricoides, sono dei vermi tondi, dei parassiti dell’intestino che provocano la cosiddetta ascaridiasi. E’ la più comune malattia causata da vermi, tuttavia essa è maggiormente diffusa in paesi in via di sviluppo, con scarsa igiene. Gli ascaridi sono diffusi soprattutto nei bambini a causa della loro propensione a portare tutti gli oggetti in bocca. Il verme attecchisce una volta che vengono ingerite le uova, assunte attraverso l’acqua o il cibo contaminati, dal sottosuolo o da feci di soggetti infetti. Le uova, giunte nell’intestino, trovano le condizioni adatte per schiudersi e diventare larve. Attraverso il flusso sanguigno le larve viaggiano nel fegato e nei polmoni, giungono ai bronchi e una volta in gola vengono di nuovo ingeriti nell’intestino dove crescono e si moltiplicano.

Dopo circa due mesi i vermi sono maturi, arrivando ad una lunghezza tra i 15 e i 40 centimetri, spessi mezzo centimetro. La femmina riesce a depositare circa 240 mila uova al giorno, alcune delle quali vengono evacuate attraverso le feci e incubate nel terreno. Nel corpo umano il verme può sopravvivere per circa un anno.
L’intestino di un bambino è molto più piccolo e delicato di quello di un adulto ecco perché sono sottoposti a rischi maggiori di ostruzioni intestinali e potrebbero avere dei sintomi più evidenti della patologia. I sintomi possono includere febbre, respiro affannoso, perdita di appetito, feci o tosse con vermi. Quando l’infezione raggiunge un numero di esemplari elevato i sintomi si aggravano, riscontrando vomito, gonfiore del ventre, dolore allo stomaco o all’addome, ostruzione intestinale, ostruzione delle vie biliari e mancanza di respiro.

Una volta individuata la patologia, il medico prescrive degli antiparassitari da assumere via orale per un tempo più o meno duraturo. Gli antiparassitari più comuni sono il Vermox o il Combantrin. Dopo tre settimane dal trattamento le feci vengono riesaminate per controllare che non ci sia una recidiva. Si noterà subito la scomparsa dei sintomi nel giro di una settimana dall’inizio della cura. Una volta finito il trattamento controllate i bambini nell’igiene quotidiana e cercate di trovare la fonte dell’infezione, sterilizzate i vestiti e le lenzuola, accorciate e pulite le unghie, controllate che si lavino sempre le mani e date un’occhiata ai vostri animali domestici. La prevenzione, infatti, può essere effettuata soltanto attraverso un’accurata igiene personale e della casa.

Immagini: Depositphotos

Cosa sono gli ascaridi e come curare i bambini