“Correre” a fare shopping fa bene alla salute

Fare il mall walking, ovvero camminare a ritmo sostenuto o correre lungo i corridoi dei centri commerciali, mantiene in forma

11Mettetevi pantaloncini, scarpe da jogging, scaldamuscoli, fascetta tergisudore e cuffiette: si va a fare shopping. No, non avete letto male. Ignorate lo sguardo sbalordito del vostro compagno e uscite: vi aspetta una intensa e benifica seduta di Mall Walking.

Non stupitevi se non ne avete mai sentito parlare. Sebbene sia una disciplina nata oltre dieci anni fa negli Stati Uniti, dove i centri commerciali (mall, appunto) sono dappertutto, e pur vantando addirittura un’associazione che riunisce i praticanti, è approdata da poco in Europa, soprattutto in Inghilterra. Nella pratica è un’attività semplice: consiste nel camminare a ritmo sostenuto o correre lungo i corridoi dei grandi magazzini. I vantaggi sono numerosi: non si paga alcun abbonamento, ci si esercita in un ambiente sicuro e climatizzato (niente gelo invernale né afa estiva), si hanno servizi a portata di mano e non si rischia di essere travolti dal traffico cittadino.

Ormai anche da noi il numero dei mall è tale da rendere fattibile la disciplina, che negli Usa è incoraggiata dai gestori degli spazi. Visto che chi ci va con ogni probabilità finisce per prenderci qualcosa (il mall walking vieta assolutamente lo shopping durante l’esercizio, ma si possono osservare le vetrine in cerca di offerte), le porte aprono prima per i “camminatori”, sono previsti sconti e agevolazioni e molti centri beneficiano del passaparola tra i praticanti e quindi dell’arrivo di nuovi clienti.

Il consumo medio di queste passeggiate e di qualche salita e discesa di scale è stato calcolato dal quotidiano inglese The Guardian in circa 200 calorie ogni mezz’ora, ma se non sapete accontentarvi potete fare ancora meglio con i carrelli hi-tech pronti a invadere i supermercati. Si tratta di veri attrezzi ginnici che offrono la possibilità di regolare la resistenza all’avanzamento delle ruote. In questo modo, oltre a fare compere, ci si tiene in forma, aumentando il normale dispendio “da super” da 150 calorie fino a 280 in 40 minuti. Col vantaggio supplementare di potersi gratificare immediatamente con un acquisto.

“Correre” a fare shopping fa bene alla salute