Come tenere a bada la fame fuori pasto? Ingannandola! Ecco come

Il segreto per combattere la fame fuori pasto non è di combatterla, ma di assecondarla con precise strategie. Sentire fame tra un pasto e l’altro è inevitabile per chiunque, dunque è inutile tentare di resistere allo stimolo della fame, ma è meglio soddisfarlo con spuntini poco calorici.

Come tenere a bada la fame fuori pasto, cosa fare
La prima regola è dunque quella di programmare spuntini regolari tra un pasto e l’altro, a base di verdura cruda o cotta o di frutta, insomma di cibi il più possibile sazianti e sani e poco calorici, meglio se già lavati e puliti. Bere molta acqua è un’altra strategia per ridimensionare la fame nervosa: spesso la semplice sete è scambiata per fame. In casi eccezionali è anche consentito consumare barrette ipocaloriche di gusto dolce.
Se la fame fosse dovuta a tristezza e frustrazione, meglio sostituire l’attività consolatoria di mangiare cibo con dell’attività fisica: sì alle passeggiate, alle gite in bicicletta, al nuoto o allo yoga.
Prefiguratevi anche il risultato finale, ovvero la linea conquistata dopo aver rinunciato alla gratificazione immediata di dolciumi e simili mangiati nervosamente.

Come tenere a bada la fame fuori pasto, cosa evitare
Vietate bibite gassate e succhi di frutta, spesso più zuccherati di quanto pensiamo, no a biscotti, caramelle e chewing-gum, che alla lunga stimolano la fame e l’abitudine a masticare.

Come tenere a bada la fame fuori pasto? Ingannandola! Ecco come