Come sterilizzare correttamente il ciuccio

Sterilizzare il ciuccio è indispensabile per la corretta igiene del bambino ma, a tal proposito, è necessario essere a conoscenza di alcune accortezze fondamentali

Sterilizzare il ciuccio è un processo molto importante per la salute del neonato, poiché si tratta di un accessorio che entra a contatto con la bocca. Dunque è fondamentale apportare la giusta igiene per un uso corretto. Per fare ciò è necessario non trascurare alcune piccole accortezze, onde evitare che il neonato possa ingerire dei batteri poiché, data la sua piccola età, il sistema immunitario è ancora piuttosto fragile e delicato. Di contro, bisogna anche considerare che la formazione di anticorpi si crea proprio grazie al contatto con gli elementi circostanti.

A tal proposito è giusto preoccuparsi dell’igiene ma, non bisogna farne di essa una vera e propria ossessione, con conseguenti pressioni o stress sul piccolo. Il primo aspetto fondamentale è dunque quello di mettere in atto la giusta cautela. E’ necessario sterilizzare il ciuccio, biberon ed eventuali giocattoli utili ad intrattenere il neonato, esclusivamente durante i primi mesi di vita, poiché in questo periodo è molto più vulnerabile a germi e batteri. Una volta superato questo arco di tempo, è sufficiente un po’ di buon senso nelle abitudini.

Innanzitutto, per sterilizzare correttamente il ciuccio è importante seguire le indicazoni che vengono riportate dal produttore, poiché si basano principalmente sul materiale di cui l’accessorio è composto. Inoltre non bisogna dimenticare mai di lavarsi le mani prima di procedere. Un metodo semplice e tradizionale per una giusta sterilizzazione prevede di far bollire una piccola quantità d’acqua in un pentolino in cui immergere il ciuccio, il quale rimarrà a bagno per circa 5 minuti.

Dopodiché basterà farlo asciugare adagiandolo su un panno pulito. Se, invece, si desidera sterilizzare a freddo, occorre un contenitore apposito, ovvero lo sterilizzatore. Basterà riempire d’acqua il contenitore ed unire il tutto con una soluzione specifica per questa operazione, (reperibile nei negozi per bambini e farmacie) ed immergere il ciuccio per pochi istanti. A questo punto è consigliabile risciacquare l’accessorio, onde evitare che persistano residui del prodotto. Infine, per la sterilizzazione a caldo, basterà un apposito sterilizzatore elettrico in cui inserire il ciuccio ed avviare il timer. Dopo aver atteso circa una decina di minuti, il ciuccio sarà pronto, perfettamente sterilizzato ed igienizzato per il vostro bimbo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come sterilizzare correttamente il ciuccio