Come si curano e cosa provocano le afte

Le afte sono delle lacerazioni ulcerose davvero fastidiose e doloranti che si localizzano all'interno della bocca, si presentano di colore bianco con contorno rosso

L’ afta è particolarmente fastidiosa specie quando si beve e si mangia. Ma per fortuna sparisce dopo pochi giorni dalla sua comparsa patologia, essa è molto conosciuta e comune, sia nei grandi che nei piccini.
Ma vediamo quali sono le cause che provocano questa patologia.

Senza ombra di dubbio una delle principali cause delle afte sono rappresentate dal sistema immunitario difese immunitarie molto basso. Per cui se la persona risulta essere debole e debilitata è quasi sicuro che si presenti.
Altre motivazioni possono essere dei problemi immunitari, dei trattamenti ai denti che sono risultati particolarmente forti. Inoltre, molto spesso sorgono in seguito ad una leggera lesione dovuta ad un morso interno alla bocca. Influenzano anche lo stress e il periodo del ciclo.
Infine, ma di certo da non sottovalutare sono la mancanza di sostanze nutritive come le vitamine, il ferro e tanto altro, cosi come possono dipendere anche da allergie riguardante il settore alimentare allergie alimentari oppure a farmaci.

E’ bene sapere che in questi casi è opportuno evitare cibi eccessivamente conditi e bollenti, eliminate del tutto il sale, il limone e il piccante in quanto potrebbero incrementare sempre di più il dolore. Ricordatevi di lavare accuratamente i denti procedendo con abbondanti risciacqui per evitare che l’afta si diffonda in tutta la bocca.

Numerosi sono i rimedi casalinghi che potrete attuare per alleviare il fastidio dell’afta. Ad esempio munitevi di una garza sterile bagnatela con dell’acqua ossigenata e tamponate la parte infetta per almeno tre volte in un giorno.
Recatevi in farmacia e acquistate il Cristal Violetto, che rappresenta una tintura di colore viola, essa apporta degli ottimi benefici se applicata almeno due volte al giorno, l’unico svantaggio è rappresentato dall’eccessiva colorazione viola scura che macchia la pelle. Un rimedio molto antico e casalingo è rappresentato dall’utilizzo di acqua e sale, molto doloroso in quanto brucia sull’ulcera ma sicuramente efficiente, in quanto il sale elimina i batteri responsabili di tale infezione. Effettuate dei lunghi risciacqui per almeno 3 /4 volte al giorno.
Efficiente quanto acqua e sale sono anche l’acqua mista a bicarbonato di sodio, questa però risulta essere meno dolorosa! Infine potrete usare il latte di magnesia, acquistabile sia nella farmacia che al supermercato, munitevi di una garza sterile, imbevetela con tale prodotto e tamponate sull’afta per almeno 3 volte al giorno.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come si curano e cosa provocano le afte