Come proteggere gli occhi in estate

Gli esperti dell'Agenzia Internazionale di Prevenzione della Cecità hanno fornito consigli pratici semplici e preziosi

Quando arriva l’estate, è naturale pensare alle soluzioni migliori per idratare la pelle del viso e del corpo. Giustissimo, data la continua esposizione al sole. Non bisogna però dimenticare che anche gli occhi hanno bisogno della stessa cura. Partire con un’adeguata idratazione è importante ma non sufficiente.

Come evidenziato dagli esperti dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (Iapb Italia Onlus), conta tanto anche l’alimentazione. Nell’ambito di una campagna finalizzata a sensibilizzare sulla centralità della cura del benessere visivo nei mesi estivi, è stata sottolineata anche l’importanza di assumere frutta e verdura.

Tornando un attimo all’idratazione, è il caso di ricordare che, nei casi in cui non si beve a sufficienza si può avere a che fare con le cosiddette ‘mosche volanti’. Cosa sono? Corpuscoli dovuti alla contrazione della sostanza gelatinosa presente nella parte posteriore dell’umor vitreo (sono fastidiosi ma non richiedono trattamenti particolari).

Proseguendo con l’elenco dei consigli degli esperti per proteggere la vista in estate, è importante rammentare il fatto di evitare di fare il bagno, sia al mare sia in piscina, in presenza di affezioni della cornea o congiuntivite.

Tassativo è anche non entrare in acqua con le lenti a contatto – il rischio di infezioni batteriche aumenta tantissimo – e, se si decide di portarle in spiaggia, tenere sempre con sé le lacrime artificiali. A cosa servono? A compensare l’evaporazione del film lacrimale, particolarmente frequente in estate a causa del caldo.

Tra le domande frequenti quando si parla di protezione della salute visiva al mare rientrano gli interrogativi legati agli effetti sulla vista della lettura da device come smartphone, ebook reader e tablet, compagni inseparabili non solo nelle giornate lavorative, ma anche nei momenti di relax.

La lettura da display in spiaggia non è considerata in generale dannosa; non bisogna però dimenticare che può comunque affaticare la vista, soprattutto quando c’è tanta luce. Non c’è che dire: le dritte delle quali è bene tenere conto per proteggere gli occhi in estate sono davvero tante!

In questo novero è possibile includere il fatto di evitare di tenerli aperti sott’acqua – cloro e sale sono estremamente irritanti –  e di sciacquarli con acqua fresca nel caso dovesse entrarvi della sabbia o della crema solare. Concludiamo con una raccomandazione degli esperti che non fa mai male ripetere: gli occhiali da sole devono essere di qualità e con lenti caratterizzate dal marchio CE. In ogni caso, per qualsiasi dubbio si può sempre consultare il proprio oculista di fiducia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come proteggere gli occhi in estate