Come placare la fame

Placare la fame e controllarla è un punto focale per non accumulare peso in eccesso e per non essere schiavi del cibo. Ormai lo stress è una peculiarità di quest’era moderna e molti di noi sfogano stress e nervoso sul cibo. Un’abitudine che a lungo andare diventa un modus vivendi, lo stomaco si ingrandisce e l’appetito non ci abbandona mai.

Placare la fame – un’azione che parte dalla mente e dalla nostra volontà
La mente come puà giocare brutti scherzi, ma può essere lei stessa vittima di una nostra "manipolazione" benevola. E’ importante essere decisi nel voler placare la fame, senza lasciarsi andare.
Controllare l’appetito per chi è solito mangiare grandi quantità di cibo, almeno inizialmente, sarà un lotta dura.

Placare la fame – spuntini da sostituire a snack o a junk food
Quando venite colti da attacchi di fame improvvisa anziché ingurgitare la prima cosa commestibile, placatela con verdura fresca, cruda (finocchi, carote, sedano, cetrioli, rapanelli) oppure un frutto (senza eccedere con la quantità, ricordate che la frutta contiene zuccheri), oppure con yogourt magro.
Imparate a bere del tè verde (combatte i radicali liberi) oppure delle tisane, da bere fredde se la stagione è calda (senza zucchero o miele).

Placare la fame – pasti
E’ provato da numerosi studi che mangiare cibo mescolato ad acqua dà una sensazione di sazietà che dura di più rispetto a chi mangia del cibo asciutto.
Quindi per placare la fame un trucco può essere quello di mangiare una bella zuppa di legumi o una vellutata, vi sentirete pieni più a lungo. 
Pasta e pane integrali riempiono maggiormente, sono più ricchi di elementi nutritivi, sono ricchi di fibre e fanno meno ingrassare.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come placare la fame