Diabete, il cioccolato che tiene a bada la glicemia

A renderne l'assunzione non pericolosa per i diabetici è l'arricchimento con oleuropeina, una sostanza estratta dall'olio extra vergine di oliva

Presto per i diabetici potrebbe non essere più un problema mangiare il cioccolato. Un gruppo di ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma ha infatti scoperto che, a fronte della somministrazione di cioccolato arricchito con oleuropeina, i pazienti con la succitata diagnosi non vanno incontro a sbalzi dei valori glicemici.

I dettagli dello studio che ha permesso di arrivare a questa conclusione sono stati pubblicati sulle pagine della rivista scientifica Clinical Nutrition. Gli esperti hanno arruolato un campione di 25 soggetti con diagnosi di diabete mellito di tipo 2.

Questi pazienti sono stati divisi in due gruppi. Uno è stato invitato a consumare 40 grammi di crema al cacao normale. Al secondo, invece, è stata somministrato del cioccolato arricchito con il 4% di oleuropeina. A un follow up di due ore a seguito dell’assunzione delle due versioni di cioccolato, i partecipanti allo studio sono stati sottoposti a delle analisi del sangue.

I risultati ottenuti sono stati commentati dal Dottor Francesco Violi, autore senior dello studio, che ha sottolineato la capacità che il cioccolato arricchito di oleuropeina ha di ridurre i picchi glicemici nelle ore successive alla sua ingestione. Per dare qualche numero ricordiamo che, nei pazienti che avevano assunto cioccolato normale, la glicemia è risultata pari a una media di 140 mg/dl. Per quanto riguarda invece i valori glicemici dei pazienti del secondo gruppo, gli esperti hanno registrato parametri corrispondenti a circa 125 mg/dl.

Negli anni passati, il Dottor Violi con la sua equipe ha ottenuto risultati molto interessanti per quanto riguarda il ruolo dell’oleuropeina, sostanza estratta dall’olio extra vergine di oliva, nella prevenzione degli sbalzi glicemici post prandiali nei soggetti diabetici. Questo studio è particolare in quanto al centro dell’attenzione non c’è un alimento qualsiasi, ma il cacao con tutte le sue proprietà antiossidanti e i potenziali benefici riguardanti la salute del cuore.

Questi vantaggi non possono essere apprezzati a pieno dai diabetici. Grazie allo studio appena descritto, è stato compiuto un passo senza dubbio rilevante per consentire a chi ha ricevuto la diagnosi di diabete di sfruttare a pieno i benefici del cacao senza bisogno di fare ricorso a un prodotto senza zucchero.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Diabete, il cioccolato che tiene a bada la glicemia