Cenare troppo tardi, un’abitudine che danneggia la salute cardiaca

Altrettanto pericoloso per la salute del cuore, come ricordato da un recente studio brasiliano, è saltare la colazione

Mantenere la regolarità per quanto riguarda gli orari dei pasti, in particolare della cena, è fondamentale per la salute. Nel caso specifico dell’ultimo pasto della giornata, effettuarlo troppo tardi è rischioso per la salute del cuore.

A sottolineare questo aspetto ci ha pensato uno studio i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine della rivista European Journal of Preventive Cardiology. La ricerca in questione ha monitorato le abitudini di 113 pazienti con una media di età pari a 60 anni e quasi tutti di sesso maschile (il 73%).

Gli esperti hanno preso in considerazione soggetti con problemi cardiaci. Si tratta del primo studio che ha preso in considerazione gli effetti della cena effettuata troppo tardi e dell’abitudine di saltare la colazione su individui con sindrome coronarica acuta.

Entrando nel dettaglio dei dati dello studio, ricordiamo che la tendenza a cenare troppo tardi è stata rgistrata nel 51% dei casi. Per quanto riguarda invece l’abitudine di saltare la colazione, si parla del 58% dei soggetti monitorati. Gli studiosi hanno rilevato entrambi i comportamenti nel 41% circa dei pazienti annoverati nel campione.

La ricerca in questione ha preso in considerazione pazienti con alle spalle un infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST. Come ricordato dal Dottor Marcos Minicucci, autore senior studio e accademico presso l’Università di San Paolo del Brasile, in questi frangenti l’aspettativa di vita è pari a circa un anno per una persona su dieci. L’esperto ha sottolineato che, in tali circostanze, ai fini del miglioramento della prognosi l’alimentazione sana conta molto.

Fare colazione – il primo pasto della giornata dovrebbe essere il più completo possibile e caratterizzato dalla presenza di cereali integrali, frutta e prodotti lattiero-caserari – e cenare almeno due ore prima di coricarsi diminuisce il rischio di vedere quadruplicare/quintuplicare le probabilità di decesso a seguito di un episodio di infarto miocardico con elevazione del segmento ST. Ricordiamo inoltre che cenare troppo tardi e saltare la colazione incrementa il rischio di andare incontro nuovamente a infarto o angina pectoris già dopo un mese dalle dimissioni dall’ospedale.

Commentando i risultati, il Dottor Minicucci ha sottolineato anche che, grazie a questo lavoro, è stato possibile ipotizzare un’influenza di risposta infiammatoria, stress ossidativo e funzione endoteliale nell’associazione tra comportamenti alimentari poco sani e problemi cardiovascolari.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cenare troppo tardi, un’abitudine che danneggia la salute c...