Cantare è un metodo per far passare le tue paure. Lo studio

Come combattere la paura e l'ansia attraverso un buon metodo? Ebbene sì, il canto può rivelarsi una soluzione utile ed efficace

Per combattere paura e ansia non esiste un metodo ben preciso. Una soluzione molto efficace è quella di ricorrere al canto. Uno studio del rinomato istituto Karolinska di Stoccolma afferma che cantare le proprie paure e preoccupazioni porta via con sé tutta la negatività ed i brutti pensieri. Come non citare dunque, il famoso detto “canta che ti passa”? Ecco che alcune leggende tradizionali si rivelano particolarmente utili e veritiere, poichè vengono confermate da studi scientifici di grande interesse.

E’ proprio la rivista Behavior Modification infatti, ad aver pubblicato lo studio svolto dall’istituto Karolinska di Stoccolma, il quale consiglia di combattere le proprie paure, preoccupazioni ed ansia convertendole in musica. I pensieri negativi purtroppo, sono presenti nella vita di tutti e, talvolta, scacciarli non è così semplice. Alcuni studi affermano infatti che possono tramutarsi addirittura in psicopatologie. Proprio per questo, tali pensieri vanno a perdere il loro valore.

In poche parole, la tristezza e la negatività non sono causate dagli eventi e dalle situazioni in cui ci si imbatte, ma precisamente dalle opinioni che la propria mente sviluppa su tali eventi. Un metodo che viene solitamente messo in atto dagli psicologi viene definito “defusione”, dall’inglese “defusion”, ovvero comprende due significati: “disinnesco” e “separazione“. In primo luogo, per combattere l’ansia è necessario porre su due livelli separati gli eventi che ci circondano dall’opinione che il proprio cervello sviluppa su di essi. Gli studiosi hanno proposto ad un gruppo di volontari di scacciare e separare un loro pensiero negativo attuale.

Una riflessione negativa che sicuramente ha fatto parte della vita di tutti è lo sconforto, ovvero quando si pensa di non farcela e le situazioni vengono vissute in modo arreso e scoraggiato. Secondo gli studiosi dunque, bisogna tramutare questo pensiero con la dovuta consapevolezza:”sto pensando di non farcela”. Per mettere in pratica questo metodo, Andreas Larsson, autore della ricerca, suggerisce di ricorrere al metodo dei pensieri musicali, ovvero cantare le riflessioni negative attraverso la melodia di “Buon compleanno” oppure ripeterle con una buffa voce da cartone animato al fine di renderle ridicole e bizzarre. Di conseguenza, si andrà a modificare il rapporto con l’ansia e le paure e disinnescarle risulterà molto più spontaneo e naturale

Cantare è un metodo per far passare le tue paure. Lo studio