La musica è una medicina per i bambini: i benefici della musicoterapia

La musicoterapia sui più piccoli permette di ottenere risultati straordinari. È indicata per i casi di nascite premature, bambini autistici o che vivono disagi familiari

La musica, con tutte le sue caratteristiche emozionali, si è da sempre dimostrata un elemento fondamentale nel toccare e migliorare gli stati d’animo delle persone. Un rimedio straordinario per rendere positive certe situazioni e per migliorare la qualità della vita. Tutto ciò si amplifica in modo esponenziale se parliamo di bambini: A loro la musica arriva in modo più diretto e immediato, senza filtri, e gli effetti che genera possono essere sorprendenti. Proprio per questo motivo i benefici della musicoterapia sui bambini sono più evidenti rispetto alla musicoterapia per adulti.

La musicoterapia migliora la situazione emotiva di bimbi che si trovano in situazione di disagio famigliare o scolastico. L’ascolto corretto della musica sviluppa in modo importante la capacità di esprimersi nei bambini affetti da autismo, è utile nei casi di disabilità o dislessia e, cosa più importante, rende il bambino felice e in sintonia con l’ambiente in cui si trova e in cui dovrà crescere.

A partire dai bambini nati prematuri la musicoterapia si è rivelata particolarmente efficace, tanto che sono sempre di più gli ospedali che oggi utilizzano le caratteristiche calmanti della musica per aiutare i neonati a superare situazioni di criticità. Vengono spesso realizzati ambienti speciali per riprodurre suoni e luci che ricordano il ventre materno per stabilizzare la situazione dei neonati nati prima del termine. Molti studi hanno dimostrato come sia il battito cardiaco, sia il sonno, che la suzione migliorano sensibilmente grazie al semplice canto di una ninna nanna da parte dei genitori.

I benefici della musicoterapia sono molto evidenti anche nei bambini autistici. Il suo potere terapeutico aiuta e facilita la comunicazione con i genitori, migliorando quindi la qualità della vita di tutta la famiglia. Negli asili nido la musica viene utilizzata per ridurre i livelli di tensione e di stress che il bambino può provare a causa del distacco dai genitori, oppure nel momento in cui entra in conflitto con altri bambini. Altro effetto benefico è quello di predisporre meglio il piccolo alla nanna.

I benefici della musica si hanno anche nel “fare” musica, non soltanto nell’ascoltarla. A prescindere dalla conoscenza delle note musicali, è sufficiente un qualsiasi strumento, anche improvvisato, per avere comunque riscontri positivi. Proprio per questo motivo nelle scuole primarie è sempre presente il corso di musica: un modo piacevole di liberare la propria fantasia e ridurre i livelli di stress e di ansia.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La musica è una medicina per i bambini: i benefici della musicot...