Bambini dopo il lockdown: frutta, acqua e movimento

Dopo il periodo di quarantena è bene introdurre nella quotidianità dei più piccoli una serie di buone abitudini per il loro benessere

Finita la scuola e con l’arrivo della bella stagione, per i bambini è tempo di tornare alla normalità: dopo i disagi legati a questo periodo di lockdown, che i più piccoli hanno subito tanto quanto gli adulti, è bene riprendere una serie di buone abitudini.

In queste ultime settimane – complici la noia e le pizze e le torte fatte in casa dai genitori – i bambini potrebbero aver preso un po’ di peso. Bisogna perciò correre ai ripari: non sempre è così facile accorgersi di quanto peso possono aver preso i più piccoli, visto che sicuramente in questo periodo saranno cresciuti anche in altezza.

Può rendersi quindi necessario un piccolo intervento, seguendo poche e semplici regole: introdurre nella loro quotidianità frutta, acqua e tanto movimento.

Prima dell’inizio delle vacanze estive non c’è niente di meglio che creare i presupposti per il benessere dei piccoli di casa. La bella stagione viene in soccorso con la frutta di stagione, che grazie alla grande varietà di prodotti, può sostituire tranquillamente merendine e dolciumi, evitando zuccheri lavorati e raffinati, così come alimenti ricchi di conservanti e colororanti.

Lo sottolinea anche la professoressa Daniela Lucini, direttrice della Scuola di specializzazione in medicina dello sport ed esercizio fisico dell’Università degli Studi di Milano, che ai microfoni dell’Ansa ha spiegato: “Essere stati in casa avrebbe potuto essere un’opportunità per migliorare l’alimentazione per adulti e bambini, se non è stato fatto durante il lockdown può essere fatto da ora. Adesso che i bambini e ragazzi sono ancora in casa e si ha tempo, si possono correggere errori e mantenere sane abitudini anche per il futuro”.

Non possono mancare ovviamente acqua, spremute e centrifugati, ovviamente naturali, per reintegrare tutte le vitamine e i sali minerali che si perdono con la sudorazione ed evitare zuccheri e coloranti dei succhi in commercio. Possono essere ricavati dalla frutta di stagione, come fragole, pesche, melone, pesche e albicocche, seguendo i gusti dei vostri bambini.

E poi non dimentichiamo l’esercizio fisico, fondamentale per ritrovare l’equilibrio dopo queste settimane in casa, per sfogare l’energia e godere delle belle giornate estive. Non aspettiamo che ricominci la scuola: è bene incoraggiare i bambini a fare un po’ di movimento proprio in questo momento.

Basta poco del resto: una passeggiata, andare al parco in bici, correre e giocare, semplici idee per evitare che i piccoli restino ancora a casa e possano riprendere il proprio spazio nel mondo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bambini dopo il lockdown: frutta, acqua e movimento