Asparagi contro gli eccessi delle feste

E’ facile esagerare a tavola durante i giorni di festa. La compagnia, le ore piccole e il desiderio di divertisi portano facilmente ad alzare il gomito e, troppe volte i calici. Tra vino, spumanti e champagne, oltre al rischio di mettere su chili si accumulano tossine e si recano seri danni alla salute.

Ma un rimedio forse c’è, procurarsi un mazzetto di asparagi da mangiare prima di dare il via ai festeggiamenti, per  tamponare l’effetto del troppo alcool sul fegato. 

Il consiglio arriva da uno studio pubblicato sul Journal of Food Science, che ha dimostrato come il vegetale, giá noto per le sue virtù diuretiche e antinfiammatorie e ottimo alleato della salute, grazie a un alto contenuto in amminoacidi e sali minerali protegge le cellule epatiche dalle tossine.

L’Asparagus officinalis d’altronde è un ortaggio da sempre utilizzato come rimedio grazie alle sue numerose virtù medicinali: è ricco di vitamine esi ritiene possieda proprietà antitumorali e antidepressive.

I ricercatori dell’Istituto di Scienze Mediche della Jeju National University in Corea hanno analizzato in particolare i componenti che si trovano nei germogli e nelle giovani foglie dell’asparago e hanno scoperto che le sostanze contenute nell’ortaggio agiscono contro lo stress ossidativo.

Il ricercatore, dottor B.Y. Kim, ha dichiarato: "La tossicità cellulare è stata alleviata dal trattamento con estratti di foglie di asparagi e germogli. Questi risultati sono la prova di come le funzioni biologiche degli asparagi possano contribuire ad alleviare gli effetti di una sbornia e proteggere le cellule del fegato.”

Asparagi quindi per prevenire gli effetti dei bagordi o – se avete già ecceduto – per rimediare agli eccessi di cibo e alcool con una verdura delicata ideale per preparare ricette gustose.

Asparagi contro gli eccessi delle feste