PROMO

Arnica montana: pratiche di raccolta sostenibili

Per preservare la disponibilità e le caratteristiche dell'Arnica, Boiron impiega tecniche di coltivazione e raccolta sostenibili

Resa vulnerabile dall’uomo, Arnica montana deve essere protetta per poter sopravvivere.

L’aumento di richiesta da parte delle aziende per le comprovate proprietà terapeutiche di questa pianta, unito alle pratiche di agricoltura intensiva e di concimazione del suolo, infatti, stanno gradualmente portando all’indebolimento e alla scomparsa di Arnica montana.

Proprio con il fine di preservare le caratteristiche della pianta e rispettare la biodiversità della specie, Boiron segue delle tecniche adeguate di raccolta così da proteggere i siti di raccolta e garantire la sopravvivenza della pianta. In questo senso, l’azienda ha sottoscritto la Convenzione del Markstein (dal nome della regione francese a sud dei Vosgi, uno dei luoghi di raccolta più importanti d’Europa nonché una delle zone più colpite dal depauperamento), che ha come obiettivo l’organizzazione degli operatori coinvolti nella raccolta di Arnica montana nella zona del Markstein-Grand Ballon e la conservazione della pianta come risorsa comune.

Nello specifico, la convenzione prevede:

  • la raccolta delle piante in piena fioritura;
  • l’abbandono sul posto di uno stelo fiorito ogni 5 metri quadrati e dei capolini appassiti;
  • l’autorizzazione unicamente alla raccolta manuale.

In accordo con l’impegno preso, Boiron affida a delle squadre di raccoglitori professionisti, esperti botanici, la raccolta a mano della pianta, che viene prelevata intera con pochi centimetri di radice (una parte del rizoma viene sempre lasciata sul posto). Per fare questo, viene utilizzato uno strumento particolare (come il coltello a roncolo), utile per cogliere i fiori o parti aeree della pianta.

Il periodo di raccolta deII’Arnica montata varia in base alla fioritura della pianta, che dipende dalle regioni e dalle condizioni climatiche (generalmente, inizia l’1 giugno e termina intorno al 20 luglio). La natura impone così il suo ritmo ai raccoglitori, che seguono geograficamente l’andamento della vegetazione.

Raccolta responsabile e sostenibile

Per preservare le piante spontanee, favorire la biodiversità e garantire un’Arnica montana di qualità eccellente, Boiron ha inoltre implementato un apposito capitolato che impone condizioni di raccolta rigorose e responsabili.

  • Raccolta e coltivazione delle specie botaniche lontano dalle aree industrializzate, urbane, di colture intensive, tradizionali o dalle strade per evitare al massimo l’inquinamento.
  • Possibilità di raccolta solo del 30% del potenziale di un sito per assicurare la sopravvivenza della specie.
  • Perfetto stato di salute delle piante.
  • Obbligo di spedizione delle piante entro 72 ore al massimo dalla raccolta, in imballaggi ventilati e in camion frigoriferi.

Con l’intento di ridurre l’impatto ambientale collegato al trasporto, poi, Boiron cerca di prediligere partnership regionali e lavora esclusivamente con coltivatori certificati biologicamente, attenti ad utilizzare un basso consumo di acqua e a coltivare senza l’impiego di fertilizzanti e pesticidi. Già nel 2020, il 91% delle piante utilizzate da Boiron era di origine biologica.

L’obiettivo costante è garantire la massima cura della pianta e della biodiversità.

Prodotti novità

Oltre alla gamma di medicinali omeopatici a base di Arnica montana, Boiron propone anche soluzioni adatte ad affrontare problematiche quotidiane quali affaticamento, tensione e indolenzimento muscolari.

Per esempio, Arnicrème è un prodotto da massaggio tonificante formulato utilizzando piante di Arnica montana raccolte fresche e fiorite, che garantisce le proprietà benefiche della pianta. Dopo qualsiasi sforzo fisico, è sufficiente massaggiare con Arnicrème le zone particolarmente sollecitate in caso di affaticamento muscolare o di sensazione di indolenzimento, così da favorire il progressivo recupero muscolare dopo lo sforzo.

Arniroller, invece, è un gel lenitivo e fresco di Arnica montana che scioglie le tensioni quotidiane. Formulato per un piacevole massaggio, grazie al gel fresco e lenitivo a base di Arnica montana di cui è composto e alla sfera massaggiante, Arniroller permette di praticare facilmente un automassaggio sulle zone da rilassare, come schiena, nuca e spalle, anche in quelle normalmente difficili da raggiungere. Il prodotto è indicato per facilitare il rilassamento muscolare e distendere i muscoli irrigiditi e contratti dalle tensioni quotidiane.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Arnica montana: pratiche di raccolta sostenibili