Aneurisma cerebrale: sintomi, cause, conseguenze

L'aneurisma cerebrale è una malformazione vascolare a carico delle arterie cerebrali che può portare a un ictus emorragico e presenta diversi sintomi, vediamo quali

I sintomi dell’aneurisma cerebrale sono inconfondibili. Il principale è un mal di testa lancinante e improvviso, tipico segnale della rottura di un aneurisma. Seguono nausea, vomito, convulsioni, confusione, irrigidimento del collo, perdita di coscienza, dilatazione della pupilla, visione offuscata o doppia, fotosensibilità, dolore dietro l’occhio, debolezza o paralisi in un lato del volto e eccessivo abbassamento della palpebra superiore. Tutti questi sintomi sono il segnale che è in atto un aneurisma cerebrale, perciò è necessario un immediato intervento medico.

L’aneurisma cerebrale è una malformazione vascolare a carico delle arterie cerebrali che si manifesta con un rigonfiamento di un vaso sanguigno del cervello. Tale aneurisma può rompersi, causando un’emorragia all’interno del cervello, il cosiddetto ictus emorragico. L’origine dell’aneurisma è da attribuire all’assottigliamento delle pareti arteriose, nei punti dove i vasi sanguigni sono più deboli, con maggiore probabilità nelle arterie alla base del cervello. Gli esami specifici che individuano l’aneurisma sono la TAC, l’analisi del liquido cefalorachidiano, la risonanza magnetica e l’arteriogramma cerebrale.

I principali fattori di rischio che contribuiscono all’assottigliamento delle pareti arteriose sono l’età, l’indurimento delle arterie, la pressione alta, l’abuso di farmaci anticoagulanti (come l’aspirina), caffeina, fumo, alcool e droga (soprattutto cocaina), sforzi improvvisi e violenti, lesioni alla testa, la menopausa (che provoca una diminuzione dei livelli di estrogeno) e alcune infezioni del sangue. Incidono anche precedenti famigliari di aneurisma e malattie congenite come la malformazione arterovenosa cerebrale, la sindrome di Ehlers-Danlos, la coartazione aortica e il rene policistico.

Non bisogna prendere alla leggera i sopracitati sintomi dell’aneurisma cerebrale, in quanto le principali complicazioni che possono nascere da una sua rottura sono danneggiamento dei tessuti e delle cellule cerebrali, ischemia, danni permanenti o perdita di funzionalità e interruzione della fornitura di sangue e ossigeno al cervello, con quest’ultimo che può portare perfino alla morte improvvisa. Secondo le statistiche, alla rottura dell’aneurisma cerebrale segue il decesso del paziente in circa la metà dei casi. Il consiglio quindi è quello di andare immediatamente al pronto soccorso se dovessero verificarsi sintomi riconducibili ad un aneurisma cerebrale.

Aneurisma cerebrale: sintomi, cause, conseguenze