Quando la dieta ci difende dal cancro

Colin Campbel, il guru dell’alimentazione, sostiene nel libro ormai cult  "The China Study" – 27 anni di ricerca e studio sulla relazione tra alimentazione e malattia – quanto siano importanti  i nutrimenti giusti per la salute dell’uomo. 
"Una buona dieta è l’arma più potente che abbiamo contro la malattia", sostiene il professore di biochimica nutrizionale della Cornell University di New York , e il cibo che ingeriamo conta più della genetica. Verdure e frutta quindi sono gli alimenti da prediligere, insieme ai cereali integrali meglio dire addio invece a carne, latte e uova. Il cibo addirittura come cura oltre che come prevenzione, insomma i risultati della ricerca tra le più serie e complete sull’argomento sono stati sorprendenti.

E’ della stessa parrocchia, lo chef scienziato tutto italiano, Marco Bianchi. Nel libro I Magnifici 20. I buoni alimenti che si prendono cura di noi, elenca gli alimenti irrinunciabili con cui si costruisce una dieta corretta e diffonde ricette e consigli nel suo blog on line.

A favore di una alimentazione controllata con una dura lotta alle proteine animali, ai cibi raffinati e a tutto ciò che è conservato o non è di stagione anche l’illustre e simpatico prof. Franco Berrino dell’Istituto dei Tumori di Milano, che si impegna anche a segnalare quali sono gli alimenti benefici.

Ovviamente l’attività fisica, accanto al controllo alimentare, è una condizione indispensabile per prevenire le malattie e migliorare la vita.

A sostegno e conferma di tutto ciò ci sono gli ultimi studi della American Cancer Society – pubblicati dal Corriere Salute – che dopo approfondimenti e analisi su cibi biologici e non, bevande e regimi alimentari, detta le linee guida della dieta e gli stili di vita che ci difendono dal cancro.

I punti fermi per una alimentazione sana e che serve a prevenire il tumore sono quindi condivisi quasi in toto con i guru e gli esperti di alimentazione:

– Mangiare almeno 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno
– Limitare il consumo di proteine animali – sopratutto carni rosse e insaccati – o limitarle al minimo possibile, a eccezione del pesce
– Consumare liberamente legumi e, cereali ma solo integrali
– Eliminare cibi sotto sale o in salamoia
– Eliminare l’alcol o limitarne il consumo, consentito 1 bicchiere di vino per le donne e due per gli uomini

E accanto ai consigli alimentari ecco le regole principe per una vita sana:

– Fare attività fisica: almeno 150 minuti alla settimana,
– Mantenere un peso ideale o raggiungerlo al più presto se si è in sovrappeso
– Eliminare il fumo

E ancora, l’American Cancer Society, caldeggia l’uso dell’aglio, della cipolla e della soia alleati per la prevenzione del cancro mentre assolve, almeno per ora il caffè e i dolcificanti dall’accusa di favorilo, restano in standby  il tè e i cibi biologici, da verificare la loro funzione protettiva.

Un nuovo stile di vita con cibi sani, piccole regole e attività fisica sono quindi i segreti, da mettere in pratica in tutto il pianeta.
Non ci resta, a noi poveri golosi, che trovare nuove ricette e metodi di cottura gustosi per tentare di sostituire tutti quei succulenti piatti e alimenti messi al bando per la nobile causa di un corpo sano e una vita attiva.

FRummo

Quando la dieta ci difende dal cancro