I 5 metodi più efficaci per far passare il singhiozzo

Il singhiozzo è un fenomeno davvero fastidioso e spesso si fatica a farlo passare: ecco 5 metodi infallibili

A chi non è mai capitato di avere improvvisamente il singhiozzo, anche nelle situazioni più delicate? Nel silenzio di un’aula studio, in ufficio tra i colleghi, nel pieno di una conversazione, oppure di ritorno da una serata, prima di andare a dormire… Il tipico fastidioso suono “hic” che sembra non abbandonarci mai, considerando che in 1 minuto possiamo avere fino a 60 singhiozzi, è un vero incubo che inizia già nel feto. Con le persone attorno a noi che ci dicono di bere un bicchiere d’acqua “e passa tutto”. Eppure non sempre il classico bicchiere d’acqua risolve la situazione. Vi consigliamo, allora, 5 metodi per far passare il singhiozzo, in maniera rapida e infallibile.

1. Come eliminare il singhiozzo? Trattieni il respiro

Il singhiozzo è un fenomeno dovuto a contrazioni ripetute e involontarie del diaframma, il muscolo che si contrae durante l’inspirazione e si distende durante l’espirazione. La causa scatenante è l’irritazione del nervo frenico, che ha il compito proprio di contenere le contrazioni del diaframma. Se il nervo frenico viene irritato in un punto qualsiasi, può scatenarsi il singhiozzo. Il più classico dei rimedi per il singhiozzo che spesso aiuta subito, è trattenere il respiro per almeno 30 secondi, in modo che rilassi il diaframma che continua a contrarsi accumulando anidride carbonica nei polmoni.

2. Rimedi per il singhiozzo persistente: tappatevi le orecchie

Vi sembrerà strano, ma se vi tappate le orecchie con le dita, manderete un messaggio al nervo vago di rilassarsi e far passare il vostro singhiozzo. Con il pollice e l’indice, in maniera delicata e senza farti male, chiaramente, premi i lobi delle orecchie e “scrollali” delicatamente, in modo da raggiungere le ramificazioni del nervo vago, che parte dal midollo allungato e si porta, attraverso il foro giugulare, verso il basso nel torace e nell’addome.

3. Come combattere il singhiozzo: respira in un sacchetto

Come togliere il singhiozzo? Ecco un metodo evergreen che può essere replicato anche in caso di attacco d’ansia. Prendi un sacchetto di carta, coprici bocca e naso e respiraci dentro per un breve momento. Respirare con la bocca in un sacchetto è uno dei rimedi più consigliati perché riduce il livello di CO2 nel sangue e aiuta i nervi e i muscoli a rilassarsi, che irritandosi hanno dato vita al singhiozzo. Mi raccomando, non usare sacchetti di plastica o soffocheresti.

4. Modi per far passare il singhiozzo: prova il limone

Uno dei classici rimedi della nonna, conosciuto dalla notte dei tempi, sebbene la spiegazione scientifica del perché funzioni non sia del tutto chiara. Mordere un limone fa passare il singhiozzo! Va bene anche bere succo di limone puro: il sapore aspro è in grado di liberare il nostro torace e di donare un immediato sollievo dal singhiozzo. In alternativa, provate ad assumere un cucchiaino d’aceto.

5. Come fare per far passare il singhiozzo ad un neonato

La maggior parte dei neonati e lattanti nei primi mesi di vita può presentare spesso il singhiozzo. Si tratta di solito di un fenomeno innocuo, che tende a risolversi con la crescita, ma che può essere fastidioso perché può interferire con il sonno del bambino. In genere passa da solo, ma può essere agevolato con alcuni rimedi naturali, come: far bere al piccolo un cucchiaino di acqua tiepida; provocare uno starnuto, ad esempio con il solletico sotto il naso; dargli il latte, se non lo ha già preso da poco.

Insomma, se il singhiozzo persiste, non ti agitare e segui uno di questi rimedi naturali e fai da te per farlo passare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I 5 metodi più efficaci per far passare il singhiozzo