Unghie e nail art: quando la manicure è un’opera d’arte

Brillantini, piume e catenelle, piccoli piercing per unghie con disegni, fiorellini e smalti

All’inizio c’erano i brillantini e qualche sticker da applicare, poi sono arrivati i colori cangianti e le applicazioni più strane e d’un tratto è apparso chiaro che non si poteva più usare la parola manicure per definire quelle unghie che ormai sembravano quasi opere d’arte, piccoli quadri e gioielli. La nail art è decorazione, esibizione e divertimento allo stato puro, una passione per molte giovanissime, un tocco di follia per le più grandicelle, da usare con molta discrezione e parsimonia con l’aumentare degli anni.

Chi è stanca del monocolore, dello smalto trasparente o rosato, della french manicure – che diciamolo, vanno ancora tantissimo – non ha che l’imbarazzo della scelta, sia nelle tonalità che negli accessori soprattutto nelle estensioni. Nei saloni specializzati e nei nail bar poi sono richiestissimi brillantini di ogni foggia, swaroswski, disegni originali a pennello o aerografo fino ad arrivare a piume, catenelle e piccoli piercing. All’estero non mancano negozi e riviste specializzate, soprattutto negli Usa, in Gran Bretagna e in Asia dove si tengono perfino delle competizioni: la più famosa è la 3D Nail Art Competition a Singapore dove le creazioni dei nail artist sono talmente complesse e spettacolari da non poter essere usate tutti i giorni ma opere premiate e fonte di ispirazione per gli appassionati.

In Italia personale e centri specializzati si trovano prevalentemente in città e se rivolgendosi a loro il risultato è assicurato chi vuole cimentarsi nel fai da te può trovare sul mercato un’offerta vastissima: si va dalle estensioni in vendita già pronte ai tutorial online per imparare a dipingere da sole qualsiasi cosa, dai disegni caraibici agli animali, dai tramonti ai fiori. E per le più pigre o insicure stampe già pronte da applicare come il découpage.

Non è necessario neppure averle lunghe: l’importante è dare spazio alla fantasia, armarsi di smalti e pennellini, tanta, tanta pazienza e soprattutto avere cura delle proprie unghie. Come? Per cominciare evitando di trattarle come se fossero degli strumenti da lavoro (per pulire, grattare o quant’altro), indossando guanti nei lavori in casa o in giardino, mantenendo sempre le mani e le cuticole ben idratate.

Unghie e nail art: quando la manicure è un’opera d’a...