Ultimi giorni di sole: il segreto beauty per “sfruttarli” al meglio

Se i giorni di mare stanno per finire, ecco i nostri consigli per avere un'abbronzatura perfetta, uniforme e persistente

Se la vacanza sta volgendo al termine, il segreto di bellezza per fare il pieno di sole è quello di lavorare sulla pelle per portarsi in ufficio un’abbronzatura “croccante”. Sullo sfondo rimangono i classici e banali consigli che ti sussurrano “più ti esponi, più ti abbronzi” e “spostati sulla spiaggia come una lancetta d’orologio frontalmente alla luce del sole per garantire uniformità al colore”. Ma come sigillare l’abbronzatura sulla tua pelle a pochi giorni dal rientro?

Il vero segreto per un’abbronzatura luminosa e il suo mantenimento nel tempo è effettuare uno scrub qualche giorno prima di tornare. Sembra un paradosso, ma funziona. In genere lo scrub deve esser fatto prima della stagione estiva, agli inizi di giugno, o comunque prima di un’esposizione prolungata al sole. Lo scrub leggero e delicato effettuato a chiusura di stagione ti permette di avere una pelle completamente pronta a ricevere gli ultimi raggi di sole, e quindi di avere un’abbronzatura più accesa e persistente.

Oltre a togliere le cellule morte e le impurità in superficie, lo scrub, esfoliando, toglie anche i residui oleosi di creme e oli abbronzanti, i residui di sapone o anche di make up, batteri e impurità che la pelle abbronzata potrebbe nascondere. Lo scrub serve a detergere intensamente la pelle, ma se l’obiettivo è abbronzarsi, è obbligatorio che sia delicato: la pelle non deve screpolarsi, ma essere purificata e resa morbida dall’asportazione delle cellule morte.

Prima di procedere con lo scrub puoi fare un peeling naturale a base di yogurt e zucchero, oppure anche solo con spremuta di limone: serve a intensificare l’azione dello scrub. Procedi con lo scrub insistendo sulle zone dove la pelle è più spessa come gomiti e ginocchia. Presta un’attenzione particolare al décolleté e alle spalle, coi quali ancora per qualche mese potrai giocare a scoprire e ricoprire.

Quand’è il momento giusto per uno scrub? In estate lo scrub va effettuato nei momenti in cui la tua pelle è meno stressata dal sole: magari dopo una giornata nuvolosa o dopo una gita culturale e preferibilmente di sera, così avrai tutta la notte per idratare la pelle con prodotti specifici antinfiammatori ed emollienti contenenti vitamina E, burro di Karitè, olio di mandorle o olio di Argan.

Al mattino la pelle sarà pronta per rimettersi in gioco e attrarre gli ultimi raggi, anche a più riprese, dei weekend settembrini. Verso la fine di settembre il sole si affievolisce e il tempo per l’esposizione si riduce notevolmente: è il momento per controllare la luminosità della tua pelle. Quando vedi che si è opacizzata, procedi con uno scrub più aggressivo per rinvigorire l’epidermide e vedrai che l’effetto “dorato” resisterà anche nella stagione autunnale.

Ultimi giorni di sole: il segreto beauty per “sfruttarli” al meglio
Ultimi giorni di sole: il segreto beauty per “sfruttarli” al ...