Tinta per i capelli: come scegliere il colore giusto

Biondo platino o nero corvino? Osare o rinnovare? I dilemmi di chi vuole scegliere la tinta perfetta

Tingersi i capelli è una decisione che si prende “di pancia”, una di quelle che solo l’istinto riesce a spiegare. I motivi che spingono a cambiare look sono diversi: voglia di cambiamento, un’occasione importante che ti rivoluziona la vita, un nuovo lavoro o un nuovo ruolo da portare avanti.

Ciò che non si deve mai decidere con l’istinto è proprio la colorazione. Il colore deve seguire un percorso di scelta razionale che ponderi bene ogni possibilità. Un primo criterio per scegliere il colore della tinta è quello di affidarsi ai trend della stagione. L’autunno vuole colori caldi che ricordano il foliage, ma anche le serie televisive più cool possono dettare trend e mode. Una su tutte? Basta guardare la valanga di trecce e look che si ispirano a Il Trono di Spade.

Un altro modo per scegliere è lasciarsi ispirare dalle regine del trend mondiale: un tempo tutte le europee portavano i capelli alla Lady D, le americane seguivano la stella di Marilyn Monroe, ora il Sudamerica è punteggiato di teste che ricordano Shakira o Rihanna. Anche questo è un modo per cambiare: quando ti abitui a un volto con colori nuovi, anche tu diventi più sicura di cambiare. A chi stai pensando ora, a Kirsten Dunst o a Anne Hathaway?

In ultimo, il metodo scientifico, quello che asseconda la teoria promossa dalle più famose beauty addicted dei “colori amici e colori nemici“. Guardati allo specchio durante le prime ore del mattino, quando la luce non assume le tonalità calde della giornata e controlla i “tuoi” colori naturali.

Se gli occhi, la pelle e i capelli naturali propendono per le tonalità calde, saranno quelli i colori che ti stanno meglio. Tutta la gamma dei castani, tutti i biondi dorati o con i riflessi rossicci faranno al caso tuo. Se invece le tue tonalità sono fredde (carnagione olivastra o pallida, occhi chiari o scurissimi), dovrai optare per le nuance senza rosso, ossia tutte le tinte cenere, sia chiare che scure.

In ogni donna c’è la caratteristica che è predominante: se predominano due tonalità calde (occhi e capelli) e una fredda (carnagione), vincerà quella calda. Tuttavia le regole sono fatte per essere infrante, l’importante è che si percepisca sempre che è stata una scelta e non una mancanza di cura.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tinta per i capelli: come scegliere il colore giusto