Tiger eye: un must per i capelli castani

Giocare con i riflessi gialli, miele e caramello per dare volume ai capelli? Il risultato è un Tiger eye perfetto

Hai presente l’occhio di tigre che si porta al collo come ciondolo porta fortuna? Ecco, è proprio da questa pietra che ha striature marroni, oro e gialle che nasce il mix di colore studiato per tutte le beauty addicted castane. Finalmente riflessi pensati esclusivamente per le castane e che stanno bene anche a chi ha la pelle scura o olivastra: le sfumature miele, caramello e anche aranciate, infatti, sono perfette per un look molto caldo e passionale. L’effetto però è naturale!

La tecnica è quella del balayage che permette di effettuare schiariture in alcune zone studiate per strutturare il viso a seconda della forma e del taglio di capelli. Si basa sull’hair contouring, mutuato dal make up, cioè la schiaritura selettiva di alcune ciocche scelte in modo da mettere in risalto i punti di forza del volto e minimizzare i difetti. Indispensabile, quindi, è provvedere al taglio prima di optare per il tiger eye e non commettere errori.

Se hai il viso ovale, puoi giocare con i contrasti senza porti grandi limiti. Se hai il viso tondo, invece, prediligi le schiariture in alto e i contrasti scuri in basso poiché lo scopo sarà quello di allungare e snellire il viso. Chi ha il viso lungo e rettangolare dovrebbe puntare a schiarire i capelli sul lati del viso, vicino alle orecchie per addolcire le linee geometriche e smussare angoli e lineamenti troppo duri.

Il tiger eye è ideale per i capelli lunghi, per dare movimento sia ai tagli pari sia a quelli scalati. Ovviamente la resa maggiore si ha sui capelli lunghi, scalati e mossi, ma anche i medi (come quelli di Jessica Alba) e i corti godono dei vantaggi del balayage, soprattutto i pixie cut scalati e spettinati che ancora fanno strage di cuori tra le star hollywoodiane.

Tiger eye: un must per i capelli castani