Skincare routine: le tue abitudini sono nemiche o amiche della pelle?

Ci sono comportamenti che sembrano innocui e invece possono danneggiare la pelle. Scopri se anche tu hai qualche abitudine da cambiare

Nonostante tutti i tuoi sforzi e i soldi spesi in prodotti top la situazione pelle non si modifica? La risposta potrebbe essere in qualche tua abitudine errata. Alcuni modi di fare che possono sembrare innocui, infatti, rischiano di danneggiare l’epidermide. Rispondi alle nostre domande e scopri se hai qualche aspetto della tua vita da cambiare… per il tuo bene!

Dormi a pancia in giù o in su?

Sembra qualcosa che non tocca la bellezza in generale, ma le nostre nonne lo sapevano bene. Non avevano grandi prodotti in aiuto, ma dormivano esclusivamente a pancia in su e senza cuscino, così evitavano la formazione delle rughe del viso e del collo.

Leghi i capelli prima di dormire?

Da fare sempre con o senza forcine, e non per fissare i ricci come succedeva negli anni Cinquanta, ma per evitare che gli oli naturali prodotti dai capelli o i prodotti che usi per l’haircare possano impedire alla pelle di ossigenarsi e far nascere sfoghi o classici brufoli da contatto.

Detergi il viso anche se sei struccata?

All’imperativo “Non andare mai a letto truccata” segue anche l’altro comando scritto col fuoco sulle tavole del Decalogo delle pelli perfette, “Usa il detergente e il tonico tutte le mattine e le sere anche quando non sei truccata”. Se non lo fai, a parte il castigo infernale che ti aspetta, la pelle rimane spenta e non purificata a fondo soprattutto se abiti in una grande città dove le impurità e lo smog agiscono contro le cellule dell’epidermide.

Usi il tonico dopo il detergente?

Se hai risposto in modo affermativo alla domanda precedente, a questa come rispondi? Il detergente altera il normale pH della pelle, mentre il tonico ne ristabilisce la giusta acidità. Ricordatelo insieme alla crema idratante subito dopo e ripassa i consigli per la pulizia del viso adeguata.

Usi la crema protettiva tutti i giorni?

D’estate è indispensabile, ma anche d’inverno se soffri di macchie della pelle, o hai una pelle particolarmente delicata: i raggi UVA sono presenti anche nei cieli grigi e nuvolosi. Non applicare una crema protettiva anche leggera potrebbe diventare un errore imperdonabile.

Ogni quanto cambi i prodotti?

Non usare prodotti scaduti – in genere un prodotto può durare 12 mesi – è obbligatorio per tutti, ma anche cambiare troppo spesso i prodotti per la tua skincare quotidiana potrebbe essere controproducente. Alcuni prodotti per essere efficaci hanno bisogno di 8 settimane per mostrare i primi risultati perciò armati di pazienza e aspetta prima di dare un giudizio negativo e cambiare. Una buona idea è cambiare prodotti al cambiare della stagione, così ogni tre mesi sai che dovrai adeguare a nuove temperature e condizioni atmosferiche tutto il tuo beauty, e cambiarli in base all’età.

Ogni quanto fai lo scrub?

La frequenza di scrub e maschere esfolianti è fondamentale. Troppi scrub rovinano la pelle, perché sono aggressivi, pochi potrebbero lasciarla in uno stato di grigiore e torpore che toglie ogni luce. La frequenza giusta potrebbe essere di una o due volte alla settimana a seconda del tipo di pelle e dello scrub utilizzato. Se non hai una pelle “delicata” meglio alternare uno scrub più efficace a uno più delicato.

Dove hai nascosto l’ultima volta le sigarette?

Se la risposta è “sotto il cuscino del divano” ti abbiamo beccata: questo è l’errore degli errori, ed è qualcosa su cui puoi assolutamente lavorare. Non ci sono scuse.

Skincare routine: le tue abitudini sono nemiche o amiche della pelle?
Skincare routine: le tue abitudini sono nemiche o amiche della pe...