Skincare, il segreto è l’acqua frizzante

Il 'banale' segreto per una pulizia della pelle costa meno di un euro. In Asia tutte usano l'acqua frizzante sul proprio viso e funziona

Il nuovo ritrovato in ambito di pulizia della pelle non è altro che acqua frizzante. A un prezzo decisamente basso sarà possibile ritrovare luminosità sul proprio viso.

La skincare routine ideale non esiste. Occorre considerare fin troppe variabili per poter ergerne una al di sopra delle altre, in assoluto. È dunque necessario trovare il proprio equilibrio, a seconda della propria pelle, del trucco utilizzato, del luogo in cui si vive e in generale del livello di cura di sé.

Si mescolano vari ingredienti, trovando la giusta via tra una miriade di consigli differenti. L’ultimo viene dall’Asia ed è tanto semplice quanto efficace. Si tratta di semplice acqua frizzante, che potrebbe regalare alla propria pelle il giusto ‘glow’ tanto agognato.

Una svolta che potrebbe avere dell’incredibile, considerando come sia quasi a costo zero, con tutto ciò che occorre già dentro casa, probabilmente. Dalla cucina al lavabo del bagno, lo sparkling water facial, nome utilizzato nei post sui social, che si moltiplicano giorno dopo giorno, è al centro dell’attenzione ora, e vale la pena dargli una chance.

A spiegare i benefici di questa pratica è stata Dendy Engelman, celebre dermatologa di New York, che ha spiegato come la frizzantezza dell’acqua aiuti a pulire i pori molto più in profondità. Addio ai punti neri dunque, con effetto rimpolpante, favorendo la vasodilatazione grazie alle bollicine, che diventeranno le vostre migliori alleate.

Pensavamo semplicemente di berla, ma non potevamo essere più in errore. L’acqua frizzante aiuta infatti anche la circolazione, trasportando con più facilità ossigeno e nutrienti, conferendo finalmente la giusta tonicità e luminosità alla pelle. Dopo aver speso centinaia di euro in prodotti di grandi marchi, ecco la formula magica a meno di un euro.

Il ph della nostra pelle è 5.5, ricorda la dermatologa Roberta Del Campo, di New York, con quello dell’acqua frizzante che è decisamente più affine all’epidermide rispetto a quella ‘normale’ da rubinetto. Questa presenta un ph di 7, che potrebbe danneggiare la propria pelle. Niente scherzi dunque, ritenendo di poter risolvere il tutto a costo zero.

Non provare in questo caso è davvero conveniente e, se non dovesse funzionare, dopo mezza bottiglia sfruttata, si potrà bere il resto. Qualcosa che di certo non avviene con il resto dei prodotti in commercio. Non servirà far altro che godersi il massaggio delle bollicine, risciacquando il tutto ancora con acqua frizzante. Dopo qualche giorno la vostra pelle sarà perfetta.

Skincare, il segreto è l’acqua frizzante