Ricrescita? Sì, grazie, ma colorata! Il nuovo trend sono le Neon Roots

Se prima la ricrescita ai capelli era un problema, adesso diventa un trend, da indossare in colori accesi e fluo, come la cantante Billie Eilish

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

Capelli colorati con la ricrescita? Potrebbe non essere più un problema grazie al nuovo trend che spopola sui social e che avrebbe lanciato la giovanissima cantante Billie Eilish, classe 2001. Ad appena 18 anni è un’artista internazionale, acclamata per le sue canzoni, con numerosi riconoscimenti e posizioni altissime in classifica. Ma non è conosciuta solo per la sua musica, bensì anche per i suoi look, mai banali: che siano outfit completamente griffati e con loghi in vista, makeup, accessori o capelli, Billie Eilish detta moda. Il più chiacchierato, però, è l’hairstyle con cui si è presentata ai Grammy Awards: capelli scuri, ma con una ricrescita verde neon.

Fonte: Instagram

E sui social iniziano a spopolare foto di ragazze con la stessa tipologia di capelli, con le radici tinte di colori accesi come rosso, arancione, azzurro, fucsia, sia su capelli scuri ma anche su capelli con colori sgargianti, a contrasto. Ma non solo: il trend è stato avvistato anche all’ultima Fashion Week parigina. Durante la sfilata di Dries Van Noten, infatti, l’hairstylist Sam McKnight’s, ex parrucchiere di Lady Diana, ha acconciato le capigliature delle modelle proprio seguendo questo stile, ma rendendo il tutto ancora più editoriale. Per esigenze tecniche, infatti, non ha decolorato le radici per poi tingerle di fluo, ma ha applicato delle piume dai colori accesi e neon, che mimano proprio l’effetto ricrescita.

Fonte: Instagram

Ma come realizzare questo trend? Sicuramente è bene affidarsi alle mani esperte di un parrucchiere, perché per ottenere colori così accesi e brillanti è necessario ricorrere alla decolorazione, un trattamento che, se non eseguito a dovere, può avere effetti disastrosi sui capelli, come bruciarli e spezzarli. E se nel caso di punte decolorate, mal che vada si potrà risolvere con un taglio, andando a lavorare proprio sulle radici il rischio è di ritrovarsi con i capelli cortissimi. Una volta eseguita la decolorazione, si applicano pigmenti puri nella tonalità scelta e, per mantenere saturo il colore più a lungo, basterà mescolare il pigmento con del balsamo e lasciarlo in posa dopo ogni shampoo.

Fonte: Instagram

Per chi invece non se la sente di decolorare, esistono oggi tante alternative per vedersi con i capelli di un altro colore. Le tinte whashout, ad esempio, che scaricano dopo qualche lavaggio e che permettono di provare nuove tonalità sulla propria testa, senza cambiamenti drastici. Anche in questo caso è bene eseguire un test su una ciocca nascosta però, perché su capelli chiari o molto porosi, potrebbe rimanere qualche alone indesiderato. Per i capelli scuri o per chi vuole una soluzione temporanea, che duri fino allo shampoo, da provare invece i mascara colorati, con cui concentrarsi solo su qualche ciocca, o le tinte spray, con le quali si possono ottenere effetti di colore vivido e brillante pur avendo i capelli scuri e senza alcun rischio di modificare il proprio colore naturale.

Un ritorno al Punk ani ’70, vista anche il ritorno dei tagli Mullet? Non ci resta che scoprirlo, ma sicuramente le neon roots saranno di grande tendenza anche quest’estate.

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ricrescita? Sì, grazie, ma colorata! Il nuovo trend sono le Neon Root...