Punti neri: i beauty tips per eliminarli

Dalle maschere ai metodi naturali, ecco qualche consiglio per combatterli

Cosa c’è di più fastidioso dei brufoli? I compagni di banco, i famigerati punti neri: perché se i brufoli hanno un loro decorso che, dopo l’infiammazione si evolve verso una risoluzione, i punti neri si formano in modo insidioso sotto pelle e non scompaiono finché non agisci in qualche modo. Quali strategie allora?

1. Eliminare i punti neri: pulizia del viso

I punti neri si formano anche quando la pelle non è grassa o acneica, ma semplicemente non pulita. Spesso si formano vicino alle labbra, sul naso o sulla fronte, le zone che sono più soggette a sporcarsi sia per un fattore legato alla delicata zona T, sia perché sono più a contatto con sostanze che tendono a occludere i pori come gli oli che i capelli rilasciano se hai la frangia, il cibo e il make up sulle labbra, il sudore etc. Quindi il primo consiglio è prevenire la loro formazione con una costante pulizia del viso da farsi mattina e sera: pulizia delicata a base di acqua micellare per le pelli sensibili, pulizia più hard per chi ha la pelle mista o grassa.

2. Eliminare i punti neri: scrub

Anche se hai la pelle sensibile, lo scrub settimanale è un’abitudine sana alla quale attenersi. Puoi farlo con prodotti specifici, oppure con gli ingredienti naturali che hai a casa, ma fai attenzione a evitare gli errori più comuni. Bastano zucchero di canna e limone, se proprio la tua dispensa è vuota, oppure puoi aggiungerci bicarbonato, olio di mandorle o yogurt bianco e sale marino. Poi risciacqua con acqua tiepida e sentirai la pelle lisca e morbida.

3. Eliminare i punti neri: aprire i pori

Se hai zone con i punti neri, cerca di capire quali potrebbero essere le cause e cerca di rimuoverle (capelli grassi, trucchi non adeguati alla tua pelle, assenza di prodotti adatti durante la skincare viso quotidiana). Poi procedi a eliminare i punti neri. Il primo step è quello di allargare i pori e ammorbidire i punti neri: basta far bollire dell’acqua, metterla in una ciotola con due cucchiai di bicarbonato, munirsi di salvietta per coprire il capo e le parti laterali e fare dei suffumigi (che fanno bene anche alle vie respiratorie) per almeno dieci minuti. Il vapore e il bicarbonato aprono i pori per i passaggi successivi.

4. Eliminare i punti neri: striscette ad hoc

Una volta aperti i pori puoi procedere con le striscette che si trovano in commercio. Le applichi seguendo le istruzioni e elimini facilmente i punti neri. Nel caso tu voglia procedere con una ricetta casalinga, puoi munirti di garzine di cotone e preparare un composto di miele, limone e zucchero che va miscelato scaldandolo a fuoco dolce. Una volta intiepidito puoi applicarlo sul viso come se fosse una ceretta e toglierlo “a strappo” con le garzine dopo che si è asciugato.

5. Eliminare i punti neri: schiacciarli o no?

Se le striscette non bastano, se proprio vedi che alcuni punti neri non sono stati eliminati e hai un appuntamento importante il giorno dopo, puoi procedere con la spremitura: da considerarsi l’ultima spiaggia (ed è meglio che la faccia l’estetista). La spremitura casalinga in via eccezionale va fatta con le mani pulite, delle garzine pulite e con un movimento che va dal basso verso l’alto. In seguito, puoi passare un tonico all’acqua di rose che è astringente. Attendi qualche minuto e poi applica una crema idratante o un olio emolliente per evitare che si infiammi la zona.

Punti neri: i beauty tips per eliminarli