Prodotti beauty e skincare: quando è ora di buttarli

Non c'è solo la data di scadenza a decretare la fine di un prodotto di bellezza. Scopri qualche suggerimento per capire quando è ora di buttarlo

Quando buttare i trucchi
Sapere che i prodotti di bellezza hanno una scadenza dovrebbe essere il modo più comodo per dissuadere tutte noi dallo shopping compulsivo. È una vera tristezza guardare il proprio beauty e sapere che le limited edition del 2014, 2015 e 2016 sono da salutare improrogabilmente. Ma ci sono delle regole che puoi darti su tutti i prodotti beauty.

La prima regola è quella di tenere conto della data di scadenza, che in genere si trova sul contenitore di qualsiasi cosmetico: talvolta si trova sul packaging, perciò è bene annotarla se decidi di buttarlo. La scadenza è valida dal momento in cui si apre la confezione: se il prodotto è sigillato, anche se comperato un anno prima non sei tenuta a buttarlo.

Vale anche la regola contraria: se non hai chiuso bene un rossetto, un mascara o una matita, questi si possono deteriorare anche prima della scadenza. E in questo caso dovrai affidarti solo ai tuoi sensi: se hanno un odore inusuale oppure la texture è disomogenea rispetto al primo utilizzo non ti fidare e getta il tutto nella pattumiera.

Le scadenze su alcuni prodotti sono inevitabilmente definitive. Quali? Il mascara per esempio, che si applica sugli occhi, una delle zone più delicate e sensibili del viso, è da cambiare molto spesso, magari con una cadenza trimestrale. Se si secca, mai allungarlo con l’acqua: prendi atto che la sua vita è finita. Se hai occhi particolarmente sensibili, cerca di acquistare prodotti idonei.

Un appunto va fatto per le matite, soprattutto quelle per gli occhi: al di là della scadenza, è meglio temperarle leggermente ogni volta che le utilizzi in modo da evitare che eventuali batteri dovuti al precedente uso contagino l’occhio. La stessa accortezza deve essere applicata per gli ombretti: fai attenzione se per caso sono stati toccati con dita sporche o mischiati con creme per renderli pastosi.

Di norma burrocacao, lipgloss e creme per il viso hanno una durata che va dai 12 ai 24 mesi. Inutile dire che il burrocacao finirà velocemente prima dei 24 mesi, e i lipgloss diventeranno aridi e secchi oppure “collosi” in pochi mesi: sarà necessario gettarli. Ricordati di usarli più che puoi appena li apri, così non avrai rimpianti. Se hai dei dubbi sulla consistenza di una crema prima della data di scadenza, prova a fare una prova su una parte nascosta del viso e controlla se la pelle si arrossa o compaiono anomalie.

Tutto ciò che è polvere, dai blush alle ciprie, dalle terre agli ombretti (con la specifica di cui sopra) possono durare anche oltre i 24 mesi. Anche qui bisogna dedicare qualche istante all’osservazione e richiamare alla memoria eventuali utilizzi errati del prodotto. In assenza di stranezze, puoi applicarli. Anche il rossetto tende a durare molto e questo può rappacificarti con le eventuali spese pazze fatte sotto Natale.

Più chiara, invece, è la condizione di smalti e creme solari. Gli smalti si seccano velocemente, perciò non puoi far altro che eliminarli, mente le creme solari sono da buttare esattamente dopo 12 mesi poiché perdono la loro efficacia e rischi di compromettere la salute e la sicurezza della tua pelle. Quelle avanzate potresti finirle in un’unica sessione, magari in occasione di un viaggio invernale in montagna o alle Maldive.

Se sei una persona che fatica a buttare il proprio beauty, il consiglio è dedicarsi all’homemade: tante ricette che durano i soli minuti dell’applicazione.

Prodotti beauty e skincare: quando è ora di buttarli