Aperitivo, Portofino e il suo Why: la domenica della Vanoni

Ornellona Vanoni e Why (il suo cagnolino, identico a quello di Michelle Hunziker) sono inseparabili. Tanto che la musa del maestro Giorgio Strehler, di Gino Paoli, dell’impresario Lucio Ardenzi (per citarne solo alcuni) non se ne separa neanche quando è sul palco per rigenerare quella magia che solo la sua voce così piena, nasale, imperfetta sa ancora ricreare.

Della sua stravaganza elegante non ha mai abusato, né a teatro né nella vita quotidiana concedensosi però di investire di un affetto eccezionale il suo amato cagnolino con cui è stata ritartta a Portofino dove si è rifuggiata, dopo esibizioni e un nuovo libro, per un lungo week-end in cui godersi il primo calore estivo.

Un filo di trucco un filo di tacco le permette anche questo. Di concedersi a quasi 80 anni la spallina che scivola giù, lo smalto acceso, il trucco, Why e altri vizi che più non sono quando si smette il ruolo e ci si presenta come lei, libera di e libera da.

In sessant’anni di carriera, 53 lp o album che dir si voglia, la signora della canzone celebra la sua carriera con uno spettacolo in cui si eprmette anche la presenza, adorabile, del suo cucciolo, Why. "Perché", un nome che è già, di per sé, il segno di un nuovo programma…

Aperitivo, Portofino e il suo Why: la domenica della Vanoni