Olio per capelli: perché utilizzarlo

Ricchissimo di sostanze nutritive, l’olio è un toccasana per i capelli. Scopri come utilizzarlo

I prodotti beauty a base di olio sono una delle grandi novità degli ultimi anni. Guardati in passato con sospetto perché ritenuti troppo “pesanti”, sono stati sdoganati perché siamo a conoscenza delle grandi proprietà che gli oli racchiudono e conosciamo le caratteristiche di ognuno. Da quelli “nostrani” come l’olio extravergine d’oliva o quello di mandorle a quelli esotici come l’olio di cocco, di argan o di jojoba, ognuno è un piccolo concentrato di sostanze importanti per la salute e la bellezza.

Ultimamente spopolano gli oli per capelli e le beauty addict hanno già iniziato a testare i tanti prodotti a disposizione. A dividere tra lovers e haters è la paura dell’effetto “unto”: c’è chi teme di ritrovarsi con i capelli pesanti anche subito dopo averli lavati e chi invece ha trovato proprio nell’olio il nutrimento che mancava ai propri capelli tendenti a seccarsi e spezzarsi.

Scegli un olio puro

Una raccomandazione: se cerchi un olio che curi il capello, scegli un olio puro. Quelli che contengono anche sostanze di sintesi come parabeni o siliconi sono prodotti da utilizzare per lo styling, dunque fanno apparire i capelli più belli, ma il loro effetto è momentaneo e non li migliora davvero.

In quale stagione usare un olio

L’olio ha il potere di proteggere i capelli dalle aggressioni esterne creando un film che li isola. Il momento migliore per usare l’olio è l’estate, quando vai in vacanza al mare e sole e salsedine possono indebolirli. Ma anche in montagna, d’inverno, sole e freddo possono sfibrarli, dunque non dimenticare di mettere un buon olio nel tuo beauty se stai partendo per la settimana bianca.

I tuoi capelli hanno bisogno di olio?

Se hai i capelli sfibrati, che tendono a spezzarsi, magari a causa di molti trattamenti dal parrucchiere, è il momento di mettere in campo le qualità ristrutturanti di un buon olio. L’olio di cocco è perfetto da applicare sulle punte, ma piuttosto pesante, quindi usalo con parsimonia. L’olio di argan, invece, ricco di Omega3 e 6, non unge, quindi puoi usarlo anche per lo styling dei capelli asciutti.

Un olio per stimolare la crescita

Se vuoi veder crescere i tuoi capelli più forti, punta sull’olio di mandorle, è molto ricco di sostanze nutritive come la vitamina E e combatte la fragilità. Se hai i capelli stressati, concediti un impacco e poi toglilo accuratamente con uno shampoo delicato.

Un olio per riequilibrare il cuoio capelluto

Se oltre ai capelli deboli e stressati hai un problema di forfora, l’olio di jojoba può aiutarti. Molto rigenerante e idratante, può essere applicato sulla cute per riequilibrare la produzione di sebo, con un sorprendente effetto rinfrescante. Anche l’olio di germe di grano, seppure un po’ più pesante di quello di jojoba, è consigliato per chi ha problemi di prurito: usalo come impacco da tenere in posa almeno 15 minuti prima dello shampoo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Olio per capelli: perché utilizzarlo