Tutti i rimedi per le mani secche

Soffri di mani secche e screpolate, soprattutto in inverno? Ecco le possibili cause, oltre il freddo, e i rimedi più efficaci per idratarle

Oltre al viso, le mani sono la parte del corpo che più si espone agli agenti atmosferici e questo causa una serie di danni, soprattutto durante la stagione invernale. A tal proposito, è fondamentale imparare a proteggerle, sia mediante l’utilizzo di un paio di guanti, sia con una profonda e quotidiana idratazione.

In particolare, la continua esposizione delle mani al freddo e al vento gelido, unitamente al riscaldamento che tende a rendere l’aria molto secca, le rendono molto ruvide e screpolate. Anche la scarsa idratazione, poi, contribuisce a rendere le mani molto secche.

La problematica delle mani secche riguarda uomini e donne, indistintamente, ed in specifici periodi dell’anno. Oltre ai fattori atmosferici ed ambientali, a determinare la resistenza al freddo, è anche il film idrolipidico: la barriera protettiva che ricopre l’epidermide e che garantisce una costante idratazione. Se è molto fragile, potrebbero presentarsi i classici sintomi della pelle delicata e sensibile: fastidio, prurito persistente, eczemi, micro-tagli e persino geloni.

Mani secche: tutte le cause

Diverse sono le cause delle mani secche e sicuramente l’arrivo della stagione invernale non aiuta. Innanzitutto, è bene sapere che la pelle secca è considerata una vera e propria condizione di danneggiamento dello strato protettivo esterno della cute. Si tratta di una circostanza che può presentarsi occasionalmente, ma anche in maniera continuativa nelle persone più predisposte.

La secchezza della pelle, ed in particolar modo delle mani, è dovuta ad una serie di agenti in grado di ridurre la presenza dei lipidi nella pelle: in particolare, si riducono elasticità, la capacità di protezione e la capacità di trattenere l’acqua, condizioni necessarie per idratare la pelle correttamente. In queste situazioni, il suo strato più esterno diventa secco e difficile da trattare, se non con prodotti specifici. Le zone più colpite sono di solito le gambe, le labbra e, ovviamente, le mani.

Uno dei fattori più dannosi è sicuramente il freddo, accompagnato dal vento tipico della stagione invernale: esso, infatti, causa la contrazione dei vasi sanguigni, portando la pelle a rallentare il suo naturale processo di rigenerazione cellulare.

La scarsa umidità atmosferica, poi, contribuisce ad aumentare la traspirazione della pelle ed una conseguente ed enorme perdita di acqua. Ecco la seconda causa delle mani secche e ruvide.

Lavarsi le mani è certamente un gesto importante, una vera e propria buona abitudine, soprattutto prima di sedersi a tavola o dopo essersi recate al bagno. Bisogna però fare attenzione: lavare le mani molto spesso potrebbe causare irritazioni da non sottovalutare, soprattutto se si utilizzano saponi molto aggressivi.

Inevitabilmente, tra le cause di secchezza delle mani vi è anche l’invecchiamento e purtroppo si tratta di una condizione impossibile da monitorare. Fa parte della natura, e benché si seguano alcuni accorgimenti, invecchiare fa parte di un processo che non può essere fermato. Per questo le persone anziane, la cui pelle tende a produrre sempre meno grassi, sono particolarmente soggette ad avere mani secche e screpolate.

Mani secche: quali sono i segni?

Curare la pelle delle proprie mani è importante per evitare dolore o spiacevoli irritazioni ma anche per presentarsi agli altri al meglio: ogni giorno si viene a contatto con persone diverse ed è importante curare il nostro primo biglietto da visita, le mani.

La pelle spaccata e secca, soprattutto nelle mani, provoca un forte prurito e, se non curata adeguatamente, potrebbe portare anche alla creazione di micro-tagli, spaccature e desquamazioni.

Le mani secche e screpolate, inoltre, perdono moltissima acqua e di conseguenza si disidratano molto rapidamente: in questo modo, si causa una forte irritazione, altro sintomo riconducibile a pelle ruvida e poco sana. Agenti irritanti per la pelle delle mani, sono anche lo smog e l’inquinamento e questo è quasi scontato.

In pochi, però, considerano i raggi UV come una delle cause scatenanti di pelle secca e rovinata. Infatti, anche in estate è molto importante proteggersi dai filtri solari, sfruttando la potente azione delle creme con SPF. La salsedine, poi, causa una forte secchezza.

Mani secche: alcuni accorgimenti da seguire

Le mani secche e screpolate necessitano in primis di un’idratazione costante e profonda: questo è il primo accorgimento da prendere in considerazione per non incorrere nei classici sintomi qui copra citati. Fornisci alla tua pelle la giusta quantità di acqua, sempre. Inoltre, per combattere la secchezza delle mani, è molto importante idratare la pelle giornalmente: applica più volte al giorno buon un prodotto idrorepellente che possa essere perfettamente in grado di proteggere la pelle da aggressioni esterne.

Allo stesso tempo, è bene che il prodotto che si è scelto di utilizzare sappia anche trattenere l’acqua all’interno dell’epidermide. Un terzo ed importante accorgimento, è proprio quello di prevenire la formazione della pelle secca grazie all’ausilio di una buona crema, magari fatta in casa. Ricordati di applicare la crema la mattina, prima di uscire di casa e la sera, prima di coricarti. Puoi comunque scegliere di utilizzarla ogni qualvolta ne sentirai la necessità. L’idratazione è un passaggio molto importante, se non il primo step per evitare irritazioni varie.

Mani secche: quali rimedi seguire

A tutto c’è una soluzione e dunque esiste un rimedio anche per mani secche e screpolate. Sicuramente, alla base di un trattamento per la pelle secca vi è un’idratazione completa e giornaliera. Ogni giorno si entra in contatto con moltissime superfici differenti: mezzi pubblici, banconote, luoghi comuni, maniglie, corrimano. Tutto ciò, unitamente al freddo e ad una certa sensibilità della pelle, porta la cute a diventare molto secca e a spaccarsi facilmente. La pelle delle mani, in particolar modo, necessita di molte attenzioni e di cure specifiche, in quanto tende a rovinarsi e a disidratarsi in pochissimo tempo.

Moltissimi sono i prodotti che si possono acquistare per la cura delle mani: più precisamente, parliamo di creme idratanti, in grado di curare la pelle dal profondo e favorire il rinnovamento cellulare. Tendenzialmente, per mani secche, screpolate e tagliate, si consiglia una crema dall’azione riparatrice ed emolliente: questa tipologia di crema è acquistabile sia in farmacia che nei negozi per la cura della persona. Le marche sono moltissime ed è bene farsi consigliare in base alla specifica problematica che si riscontra. Infatti, ogni persona fa da sé. Una buona crema emolliente contiene sostanze quali, lanolina, squalene, palmitato di isopropile, olio di jojoba. Si tratta di ingredienti ideali per combattere secchezza ed irritazione: infatti, aiutano la pelle a mantenersi giovane, morbida, ma soprattutto idratata.

Ricorda, idratazione è la parola chiave! Altre sostanze presenti in questo tipo di prodotto, invece, sono umettanti e questo significa che si preoccupano di mantenere la pelle elastica, trattenendo l’umidità in superficie: sorbitolo, acido ialuronico, glicerina. Se la pelle delle tue mani tende a spaccarsi e a sanguinare, sarà necessario sfruttare l’azione intensiva di un prodotto specifico per risolvere il disturbo: per esempio, potresti utilizzare la vaselina. Applica un delicato strato di prodotto sulla pelle prima di andare a letto ed indossa un paio di guanti in cotone per ottenere una maggiore efficacia. Il giorno seguente, la tua pelle sarà liscia e vellutata. Provare per credere!

Mani screpolate: quando è il caso di consultare un medico?

Certo, una buona crema idratante ed emolliente è l’alleato ideale per combattere la pelle secca e screpolata. È fondamentale saper scegliere un buon prodotto, dall’efficacia concreta e magari farsi consigliare da uno specialista. Anche l’utilizzo di un paio di guanti per fare le faccende di casa è molto importante per proteggere le mani ed evitare che vengano a contatto con gli agenti aggressivi presenti nei detersivi. Se sei una casalinga, a maggior ragione, un buon paio di guanti potrebbe diventare il tuo nuovo migliore amico!

In alcuni casi, però, i metodi di prevenzione adottati potrebbero non essere sufficienti rispetto alla gravità del problema: è dunque questo il momento di consultare un medico. In particolar modo, se la pelle oltre ad essere screpolata inizia anche a fare male, è bene avvisare il proprio dermatologo e fissare una visita di controllo quanto prima possibile. Spaccature e tagli nella pelle delle mani indicano una situazione molto grave, da tenere ben monitorata. Presta molta attenzione, in quanto la pelle fortemente secca e screpolata potrebbe causare importanti infezioni. Quest’ultima, se non curata in tempo, è molto facile che possa sfociare in sepsi: infezione del sangue fatale.

Ed ancora, se la noti che la pelle delle tue mani presenta ulcere bianche, sanguinamenti anomali, gonfiore, arrossamento accompagnati da febbre, è il caso di consultare un medico. Si tratta di condizioni estreme, ma che possono verificarsi senza alcun preavviso. Nessuna situazione va sottovalutata, anche se all’apparenza banale. Particolare attenzione, poi, va prestata da parte delle persone che soffrono di diabete: la pelle screpolata e secca, per i soggetti portatori di questa malattia, guarisce con tempistiche un po’ più lunghe e, a maggior ragione, è bene che vengano adottate una serie di prevenzioni: idratazione e protezione, sempre e comunque.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutti i rimedi per le mani secche