Makeup Back To School: come truccarsi il primo giorno di scuola?

Pronte per il rientro a scuola o all'università? Ecco qualche consiglio per un perfetto makeup back to school

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

Manca sempre meno al rientro sui banchi di scuola e, ogni anno, la stessa domanda: come mi vesto per il primo giorno? Come mi trucco per il back to school? Vediamo insieme varie tipologie di makeup da realizzare, perfette per la scuola perché facili, ma soprattutto veloci. Perché per essere sistemate non serve poi così tanto tempo ed è possibile dormire cinque minuti in più, con queste idee e consigli.

Ad ogni età il suo back to school: ecco come realizzare un makeup non eccessivo per la scuola media

Ormai i tempi sono cambiati e, se le irriducibili degli anni ’90 probabilmente a 12 o 14 anni ancora non si truccavano, adesso grazie anche ad internet ed ai video che si possono trovare sui social, si comincia sempre prima ad appassionarsi al mondo del beauty e del makeup. In giovane età, però, meglio non strafare, anche perché di tempo per sperimentare ce n’è in abbondanza.

Ecco quindi che è meglio prediligere un velo di mascara, per aprire l’occhio, separare e volumizzare le ciglia, da scegliere trasparente o marrone per le giovanissime, per un effetto più naturale e nero per chi si avvicina alla fine della scuola media. Sulle labbra basta un velo di burro cacao, semplice o colorato o del gloss trasparente, per un effetto non troppo appariscente ed adatto alla scuola. Nel caso poi di un viso con tante imperfezioni, data l’età, meglio non soffocarlo sotto prodotti di profumeria, che potrebbero peggiorare la situazione e portare ad allergie e sfoghi. Meglio affidarsi a prodotti di farmacia, testati dermatologicamente, sotto controllo e consiglio di uno specialista e solo se la bambina soffre per la condizione della sua pelle, altrimenti meglio aspettare ancora un po’. Quando possibile, sarebbe preferibile comunque preferibile utilizzare un po’ di correttore solo dove serve, da fissare con un velo di cipria.

Al via la sperimentazione nel makeup negli anni del liceo: matita nera, ombretti, ed un velo di rossetto

Inevitabile, una volta cresciute, che certe ragazze sentano il bisogno e l’esigenza di iniziare a truccarsi. Che sia per sentirsi meglio con loro stesse, che sia per dare libero sfogo alla loro creatività, meglio assecondare questa voglia di sperimentare, sempre nei limiti per non risultare fuori luogo. Vige la regola del “di tutto un po’”: ok al fondotinta, ma sceglierlo leggero e non effetto mascherone e, per coprire eventuali brufoletti, affidarsi piuttosto ad un correttore coprente. Sugli occhi un po’ di matita nera o di eyeliner, per le più grandine, ma anche qualche ombretto non troppo appariscente, come un ombretto effetto bagnato nude, o marroni chiari e medi, opachi, da sfumare su tutto l’occhio. Ok ad un tocco di blush e illuminante ma senza esagerare, anche per evitare l’effetto polveroso, mentre sulle labbra oltre al gloss ed al balsamo colorato, bene anche un velo di rossetto cremoso, da tamponare con i polpastrelli per un effetto più naturale.

Anche i ragazzi possono sperimentare con il makeup, se questo li fa stare bene e li aiuta ad essere più felici, per svariati motivi. Per non esagerare e non destare scalpore, dato che è ancora una cosa piuttosto inusuale, ci si può limitare ad un velo di fondotinta e cipria, per andare a coprire acne ed imperfezioni di cui anche loro sono vittime, una sistemata alle sopracciglia e del mascara trasparente per pettinare le ciglia.

Fonte: Instagram

All’università con più libertà: via libera a makeup più elaborati, con un pizzico di buon gusto

È vero, il makeup è sicuramente una forma di arte ed espressione ed ognuno ha i propri gusti, che dovrebbe assecondare. Come in tutte le cose, però, ci vuole un po’ di buon senso e di buon gusto, perché ci troviamo comunque in ambienti pubblici e scolastici, in cui sarebbe meglio non esagerare, per non risultare troppo appariscenti. Del resto, per sperimentare con smokey eyes scuri ed intensi e glitter, ci sono sempre le uscite serali, no?

Sicuramente l’ambiente universitario consente di osare un po’ di più e di concedersi trucchi più complessi, con sfumature un po’ più intense e strutturate, qualche texture metallica e qualche gioco di matita in più. Anche per il rossetto, in questo caso vanno benissimo rossetti sia normali che liquidi, anche opachi. La scelta del colore è soggettiva, dipende molto da come si indossa e dall’outfit. Un rossetto rosso può risultare più volgare o estremamente elegante a seconda del viso, dell’incarnato e della tonalità scelta. Le ciglia finte? Sì, se naturali, o con un trucco molto semplice, per enfatizzare l’occhio, specie in chi le ha molto corte o poco folte e voluminose.

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

Makeup Back To School: come truccarsi il primo giorno di scuola?