#loveyourlines, smagliature in primo piano: un’altra idea di bellezza

Chi di voi ama le proprie smagliature? Chi di voi convive serenamente con quei segni, marcati o meno che siano? E chi renderebbe visibili a chiunque atterri su una pagina le foto che le ritraggono senza alcun filtro? La sfida, estetica e culturale, a cui si sono sottoposte le donne che hanno scelto di prestarsi a questo progetto (perché di progetto si tratta) su Instagram si motiva nelle singole didascalie stese e pubblicate.

Storie diverse, molteplici che riassumono una dimensione del corpo che viene elaborata attraverso un selfie che per quant veritiero si percepisce ancora patinato, quasi desiderabile. Un modo per scardinare stereotipi a cui la pressione di immagini perfette e modelli irragiungibili hanno educato le gnerazioni che oggi replicano sui social ribaltando il senso di quei cliché.

Un ideale, quello della bellezza femminile, che si presta a campagne pubblicitarie, progetti, iniziative, flash mob il cui rischio è di provocare effetti perversi trascurando l’essenzialità anche di #loveyourlines. Ovvero di restituire a quelle storie dense di umanità vera, uno spazio di ascolto e di comprensione.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

#loveyourlines, smagliature in primo piano: un’altra idea di&nbs...