Emma posseduta nel corpo e nel look… per la Notte della Taranta

Emma Marrone è stata ospite della "Notte della taranta" a Melpignano (Lecce), il più grande festival musicale dedicato alla pizzica salentina. E in effetti, forse per tenere fede al nome della manifestazione, ha fatto un’esibizione da vera e propria tarantolata!
La cantante di Aradeo, nel cuore del Salento, non si è davvero risparmiata durante il concerto che ha fatto ballare fino alle 3 del mattino più di centomila persone. Sarà stato l’amore per la sua terra, il senso di appartenenza, oppure l’importanza dell’evento, fatto sta che Emma si è scatenata come non mai… Forse un pò troppo!
Decisamente fuori luogo sia l’interpretazione, non proprio rispettosa della tradizione, che il look. La Marrone ha cantato "Lu rusciu te lu mare" e "L’acqua de la funtana", due pezzi storici interpretati per l’occasione in chiave troppo "rock"; un remake forzatamente metal che ha stroncato la magia del folklore salentino. "Rockettaro" anche lo stile (per non dire trash): leggins rossi e blu con banda laterale bianca, stivaletto nero e casacca lunga che ricorda un po’ la camicia da notte della nonna.
 
Emma ha saltato e urlato tutto il tempo, ma il peggio di sè l’ha dato quando si è sdraiata sul palcoscenico e ha iniziato a strisciare e rotolarsi quasi come fosse "posseduta" dalla musica. Il temperamento focoso e appassionato di Emma Marrone lo conosciamo, ma forse questa volta ha un tantino esagerato…

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Emma posseduta nel corpo e nel look… per la Notte della Taranta