I “mille” usi del correttore: un prodotto versatile da tenere sempre nel beauty!

Ecco come utilizzare il correttore, non sono per coprire le occhiaie ma come prodotti multiuso, vero alleato del beauty da borsetta!

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

Il correttore è uno dei cosmetici jolly più utili da avere nel proprio kit, anche se non amate particolarmente il makeup. Principalmente utilizzato per correggere le occhiaie e le imperfezioni,  è un prodotto versatile e multitasking, dai molteplici utilizzi e davvero comodo in tantissime circostanze. Scoprite tutte le sue applicazioni alternative, per farlo diventare il vostro prodotto più amato, di cui non potrete più fare a meno!

Il correttore come classico copri occhiaie e correggi imperfezioni

Ebbene sì, il correttore nasce come prodotto per correggere rossori, discromie e macchie scure della pelle, imperfezioni ed anche occhiaie. Ne estistono di diversi tipi, da scegliere in base al proprio gusto, a quanto lo vogliate coprente ed in base alla texture. Solitamente quelli più corposi si utilizzano sulle imperfezioni, perché risultano troppo secchi e duri da sfumare sotto gli occhi, zona in cui si preferiscono quelli fluidi. Per la copertura dell’occhiaia è importante valutare il tipo di pelle: una pelle secca prediligerà correttori fluidi e idratanti, mentre una pelle più grassa avrà bisogno di texture più secche e leggere. Anche per le imperfezioni, attenzione a non scegliere prodotti troppo cremosi, perché la zona infiammata spesso risulta calda ed il correttore potrebbe sciogliersi e sparire.

Mai provato a realizzare una base viso solo con il correttore? È il trucco perfetto per l’estate!

Il correttore, se scelto adeguatamente, può essere un valido alleato per creare una base viso leggera, naturale ed uniforme, ottimo da sostituire al fondotinta, che spesso in estate risulta troppo pesante. Sceglietelo non troppo cremoso, altrimenti tenderà a sciogliersi e svanire con il caldo, ma neanche troppo secco e coprente, altrimenti non riuscirete a sfumarlo e creerà macchia e stacco con la pelle. Le texture migliori sono quelle fluide, nel pack con l’applicatore floccato, come ad esempio il Close-Up Concealer di Nabla Cosmetics, il Dorian Concealer di Mulac Cosmetics o il Conceal & Define di Makeup Revolution. Si sfumano facilmente con le dita o, per un risultato ottimale, con una spugnetta, per un effetto naturale ed uniforme su tutta la pelle, ma leggero.

Fonte: 123rf

Per scolpire i volumi del viso, un correttore di qualche tono più scuro

Non solo come base viso, ma anche come contouring, per enfatizzare gli zigomi o snellire un naso pronunciato. Basterà scegliere un correttore di qualche tono più scuro della propria pelle per ridefinire e scolpire i volumi del viso, andando a correggere quelli che, spesso sbagliando, chiamiamo difetti, che non ci fanno vedere bene allo specchio o semplicemente perché la moda ed i social vogliono così. Da prediligere, anche in questo caso, correttori in stick, crema o fluidi, facili da sfumare con un pennello o una spugnetta. Importante è che, una volta sfumato, il colore non sia né troppo caldo e troppo arancione, né troppo freddo e tendente al grigio.

Effetto volumizzante e “plumped” alle labbra, con rossetto e correttore

Quante volte vi è capitato di imbattervi nei tutorial di Instagram e trovare Influencer intente ad ingrandire le loro labbra con mille prodotti? Può servire anche a questo: per ottenere un effetto ottico di labbra rimpolpate e volumizzate il correttore è un valido aiuto. Basterà stendere il proprio rossetto preferito, matte o liquido, ed applicare una punta di correttore al centro della labbra, sfumandolo con le dita per evitare uno stacco troppo netto trai due colori. Per un effetto ancora più volumizzante, poi, applicate del gloss su tutte le labbra o, se non vi piace la sensazione un po’ appiccicosa, stendetelo solo al centro.

Come base cremosa per rendere gli ombretti più vividi e brillanti e per realizzare makeup cut crease

Un altro metodo di utilizzo del correttore è come base cremosa su cui applicare gli ombretti per farli risultare più pieni, vividi e brillanti. Si utilizza come fosse un primer, stendendolo su tutta la palpebra e sfumandolo con un pennello o con le dita. Se non siete molto pratiche con le sfumature ed avete paura di fare macchia (è un po’ più difficile sfumare gli ombretti su una base bagnata, perché si aggrappano di più) incipriate leggermente la zona, anche se i colori non risulteranno così pieni.
È poi un prodotto utile per creare i makeup cosiddetti cut crease o half cut crease, ovvero con la piega palpebrale definita e “staccata” dalla sfumatura degli ombretti.

Prodotto Jolly per ripulire gli errori: dell’eyeliner, del rossetto o delle sopracciglia

Infine, il correttore è un prodotto jolly utile per sistemare e pulire qualche piccolo errore nel makeup. Ad esempio, se la codina del vostro eyeliner non è uguale su entrambi gli occhi o se avete sbavato leggermente, vi basterà sporcare leggermente un piccolo pennellino angolato con del correttore e passarlo per rifinire i bordi. La stessa cosa vale per il disegno delle sopracciglia, qualora vi fosse scappato troppo prodotto o il risultato fosse troppo finto o folte ma anche per correggere, rifinire e delineare perfettamente i contorni delle labbra, specie quando si utilizzano rossetti liquidi o matte, scuri o rossi.

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I “mille” usi del correttore: un prodotto versatile da ten...