Focus sulle ciglia: tecniche per infoltirle e allungarle

Se il make up irrinunciabile per voi è il mascara, dovete seguire questi consigli per avere uno sguardo penetrante e senza sbavature

Cosa c’è di più irresistibilmente femminile di un batter di ciglia? Lo sanno bene, le donne, che infatti spesso scelgono proprio il mascara come make-up irrinunciabile. Con i nuovi prodotti l’effetto dura tutto il giorno, è vero, tanto che a rivedersi “nature” dopo che ci si è struccati, magari dopo una bella doccia, quasi non ci si riconosce. Oppure, peggio ancora, ci sono mattine in cui non si ha nemmeno il tempo di prendere un caffè al volo prima di uscire di casa, altro che truccarsi. Eppure questo è uno di quei casi in cui il “con” e il “senza” fanno davvero la differenza. Minimo sforzo – e minimo tempo – massimo risultato: è questo che le donne chiedono oggi ed è questo che le novità dell’estetica cercano di offrire loro. Come nel caso delle ciglia, appunto, che posso diventare più lunghe (per un paio di mesi) e più folte (per sempre, o quasi) grazie alle extension e al trucco semipermanente.

INFOLTIRE
«Più che di un vero infoltimento si tratta di un’azione ottica – spiega Cristiana Causo, docente dell’Accademia Internazionale Trucco Permanente – che si ottiene operando all’interno della rima ciliare superiore o inferiore e dà molta profondità allo sguardo. Si dice semipermanente perché sbiadisce gradualmente, ma è comunque importante ricordare che è “permanente” come qualsiasi tatuaggio, anche se richiede un ritocco all’anno. Per la prima volta si opera in due sedute di un’oretta a distanza di un mese».
Fa molto male? «Il dolore è una cosa soggettiva, è una questione di sensibilità. Per molte è soltanto fastidioso», rassicura l’esperta. Dopo le sedute il tatuaggio va trattato con prodotti specifici e per una settimana è meglio non esporsi al sole. Le donne che chiedono più frequentemente questo trucco semipermanente? «Quelle che hanno davvero poco tempo per truccarsi, oppure per le sportive, soprattutto che praticano nuoto o immersioni». L’effetto? «È davvero molto naturale, simile al mascara quando è applicato benissimo. Le clienti sono molto soddisfatte del risultato, tanto che spesso cominciano con cautela, ma poi richiedono sempre qualcosa in più».

ALLUNGARE
«È un trattamento estetico che allunga le ciglia una per una, applicando le ciglia finte, fatte per lo più di fibre ritorte di cotone, sopra ognuna di quelle naturali – spiega ancora Cristina Causo di Biotek -. Per applicarle si usa un collante rapido estetico, che non tocca assolutamente l’occhio». I colori più richiesti? «Soprattutto il nero, ma anche il marrone e ciglia dai colori squillanti per effetti pop. Tanto una volta esaurita il ciclo vitale delle ciglia, dai due mesi fino a un massimo novanta giorni, l’extension cade insieme al suo “supporto naturale”». Il lavoro ha bisogno di ritocchi durante i mesi di durata? «Sì, ogni due, tre settimane circa». La lunghezza è “a piacere”? «In linea puramente teorica sì, anche se di solito si allunga di un terzo in più della ciglia naturale». Di sicuro l’effetto è molto scenografico, e il trattamento è richiesto «anche se non ancora conosciutissimo», dice l’esperta. La manutenzione del lavoro nella quotidianità? «Per applicare le extension si usa un sigillante che non va struccato. Per lo stesso motivo non si può applicare mascara né prodotti oleosi, come creme o struccanti. Nelle prime 24-48 ore meglio evitare fonti di calore come tembre, saune e bagni turchi. No al latte detergente, ma soprattutto no allo sfregamento degli occhi!», avverte Cristina. I costi? «Attorno ai 300-350 euro se nel preventivo sono inclusi i ritocchi. Altrimenti sono 100-150 euro a seduta».

Focus sulle ciglia: tecniche per infoltirle e allungarle