Filler labbra senza aghi: gloss volumizzanti per una bocca carnosa e rimpolpata

I gloss volumizzanti funzionano davvero? Possono essere una valida alternativa ai filler labbra eseguiti da un chirurgo? Guida al loro utilizzo

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

È uno dei “ritocchini” estetici più richiesti, il filler labbra, che sembra conquistare molte donne, a tutte le età. Perché se prima si aspettava di aver superato gli “anta” prima di dedicarsi alle punturine, adesso il botox, così come l’acido ialuronico, sono appannaggio anche di ventenni e trentenni. Ma per chi non se la sente ancora di far visita al chirurgo, chi ha paura degli aghi o chi, semplicemente, desidera avere labbra più piene e rimpolpate ma in maniera del tutto naturale, è boom di gloss e sieri volumizzanti.

Sono prodotti che si acquistano online o in profumeria che non hanno grosse controindicazioni se non provocare una leggera irritazione alle labbra. Infatti, al loro interno, presentano sostanze come mentolo, cannella o peperoncino, che a contatto con le labbra irritano la mucosa, facendo quindi affluire il sangue in superficie e regalando un effetto più gonfio, turgido e colorito, che però svanisce ovviamente con il tempo.

Ma quali sono i migliori prodotti rimpolpanti per avere labbra più grosse e come si applicano?

Alcuni prodotti si applicano prima di stendere il rossetto: si può ripetere l’operazione più volte per ottenere un effetto più volumizzato senza però esagerare per non irritare troppo la mucosa. Si presentano come dei sieri che si asciugano sulle labbra, rendendole gonfie, lisce e turgide. Il più famoso è il Plump It!, che abbiamo testato per voi e sappiamo funzionare ma, al tempo stesso, brucia davvero un bel po’. Questa tipologia di prodotto si applica, si lascia asciugare e poi si procede con l’applicazione del rossetto, tinta labbra o, per aumentare l’effetto volumizzante, è possibile ingrandire il contorno della bocca con una matita color carne, sbordando di qualche millimetro dalla grandezza naturale delle labbra. Si procede poi riempiendole con un rossetto della stessa tonalità della matita e, al centro, si applica un tono più chiaro, in modo da creare un effetto ottico di labbra più carnose. Un tocco di gloss al centro e l’effetto finto-filler è assicurato!

Fonte: Instagram

In alternativa ai sieri esistono però i gloss rimpolpanti, che si stendono come un normale gloss ma hanno un effetto volumizzante più o meno forte. Ne esistono di varia tipologia: trasparenti, con particelle riflettenti, leggermente colorati o vinilici, proprio come fossero rossetti lucidi. Gli ultimi usciti e chiacchieratissimi sono gli Psygloss di Mulac Cosmetics che, oltre ad avere colori diversi, hanno anche effetti rimpolpanti più o meno intensi, così che chi proprio non riesce a sopportare la sensazione di irritazione ed intorpidimento alle labbra che possono dare questi prodotti, avrà comunque un effetto rimpolpante ma meno fastidioso. In più, utilizzando un gloss rimpolpante invece di un siero, sarà possibile mantenere l’effetto gonfio per più tempo. Non tanto perché siano prodotti più efficaci, ma perché facile da portare con sé e riapplicandolo più volte durante la giornata, l’effetto sarà continuo.

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Filler labbra senza aghi: gloss volumizzanti per una bocca carnosa e&n...