PROMO

Dimagrire ai tempi del Coronavirus: ecco a chi rivolgersi

Eliminare il peso accumulato durante la pandemia è possibile. Meglio un centro medico o estetico per dimagrire in modo corretto? Ecco la soluzione

La pandemia ha avuto importanti ripercussioni sulla società: a causa del lockdown e delle varie restrizioni, molte persone hanno iniziato a lavorare in smartworking, hanno ridotto l’attività fisica e, in molti casi, hanno iniziato a mangiare in modo disordinato e scorretto.

In un anno, la quotidianità è stata rivoluzionata e questi cambiamenti hanno avuto ripercussioni anche su salute e forma fisica. Secondo un’analisi di Coldiretti, a causa del Covid-19 il peso degli italiani è aumentato del 44%. Durante le feste natalizie hanno acquisito in media 2 chili. Dopo Pasqua e con l’avvicinarsi dell’estate, è arrivato per molte persone il momento di perdere peso. Per raggiungere tale obiettivo è cruciale affidarsi allo specialista giusto: il centro medico rappresenta la migliore scelta. Ecco perché.

Dimagrimento e lotta alla cellulite: perché affidarsi a un centro medico

In vista della bella stagione, sono tante le persone intenzionate a ritrovare il loro peso ideale. Sappiamo bene che la forza di volontà non è sufficiente: occorre affidarsi ad uno specialista che prenda in considerazione abitudini ed esigenze del paziente.

La perdita di peso non è una questione puramente estetica, ma rappresenta un vero e proprio percorso che prende in considerazione diversi aspetti legati alla salute dell’individuo: lo stile di vita, le abitudini alimentari, eventuali intolleranze e patologie. Un centro medico tiene conto di tali aspetti e valuta ogni paziente a 360° forte delle competenze mediche maturate negli anni.

Al suo interno lavorano professionalità differenti, ma cruciali per permettere alla persona di dimagrire in modo consapevole e salutare. L’obiettivo è costruire un programma personalizzato che integri una dieta su misura, l’uso di macchinari innovativi per specifici trattamenti utili a ridurre adipe e cellulite nonché funzionali a tonificare e rassodare i tessuti colpiti da lassità come interno cosce, braccia, addome e glutei.

Senza contare che tanti centri medici studiano anche percorsi di rilassamento, mirati alla perdita di peso. Infatti, molti studi clinici hanno svelato che ridurre lo stress comporta l’abbassamento del cortisolo, un ormone che favorisce la resistenza della cellulite e dell’adipe localizzata. Quindi, bisogna valutare anche l’aspetto psicologico.

Dimagrire in modo sano e consapevole: cosa succede in un centro medico

Affidarsi a un centro medico di dimagrimento significa entrare in contatto con una equipe di medici con specializzazioni differenti: nutrizionisti, medici estetici, operatrici professioniste, consulenti di immagine e di bellezza. Lo staff accoglie il paziente e lo sostiene per tutto il suo percorso.

Prima di accedere ai trattamenti e ai percorsi dimagranti, il medico effettua un’analisi accurata dello stato di salute del paziente. Solo dopo elabora un percorso personalizzato, composto da diversi aspetti, come la dieta, l’attività fisica o specifici trattamenti snellenti.

Tra i diversi centri medici presenti in Italia, spicca MedikalBeauty Institute, un punto di riferimento nel settore. Dispone di centri accreditarti in tutto il Paese, pensati per soddisfare i bisogni del paziente attraverso il protocollo Arteslim.

Si tratta di un percorso completo pensato per il singolo paziente. Include una dieta su misura, oltre a diversi elementi, tra cui trattamenti specifici in base alle necessità. Il centro è leader nel dimagrimento localizzato o generale e accompagna tutti i pazienti fino al raggiungimento dei risultati, senza mai lasciarli soli e senza guida. Ma soprattutto, l’intero percorso viene effettuato sotto l’attento controllo medico, una garanzia in più che permette a tutti di dimagrire in modo sicuro e consapevole.

 

In collaborazione con MedikalBeauty Institute

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dimagrire ai tempi del Coronavirus: ecco a chi rivolgersi