Detergenti: quali texture scegliere per il tuo viso

Un gesto nella skinroutine quotidiana che dipende dalla pelle ma anche dalla sensazione che ci piace avere sul viso

Se vuoi fare un complimento a una vera beauty addicted stai lontana dalla classica “sei proprio uno ragazza acqua e sapone!” Potrebbe mordere, o peggio, sbavare il rossetto. Il sapone classico non è un amico della pelle di una donna dopo i 12 anni: la pelle inizia ad aver bisogno di essere detersa in profondità. I detergenti sono i “best girl’s friends”: mattina e sera la pelle ha bisogno di cure per togliere i residui di make up, di polveri e smog, per eliminare il sebo in eccesso o rinfrescarsi dopo una notte coperta di oli emollienti, sieri e creme antiage.

Invece il sapone toglie solo la parte superficiale dello sporco e spesso ha un pH talmente aggressivo da seccare immediatamente la pelle senza averla pulita in profondità. Cosa fare? Scegliere la texture perfetta per il proprio viso e per ciò che ci aspettiamo da una detersione profonda: c’è chi ama sentire la pelle fresca e tonica, e invece chi ama la sensazione dolce e “coccolosa”. A ciascuna il suo.

Detergente in Gel

Smart e molto veloce, perfetto per le sportive che non amano perdere tempo in schiume e polveri e per chi ha la pelle mista. In genere è leggermente astringente, soprattutto se contiene acqua di rose, ma se hai la pelle grassa e hai bisogno di una detersione più forte puoi optare per un gel con microgranuli che permette una leggera esfoliazione. In questo caso però non va usato tutti i giorni, ma due o tre volte alla settimana.

Detergente in Mousse

Delicatissima e spumosa, lascia la pelle fresca e tonificata senza abusare di acqua e schiuma. Perfetta per le pelli sensibili e secche, ma anche per le miste. Basta agitare la confezione e pigiare l’erogatore e poi applicare una noce di mousse sulla pelle del viso già inumidita. Puoi usarla mattina e sera senza problemi.

Detergente in polvere

Per chi ama affrontare la giornata step by step senza fretta ma gustandosi ogni istante. La polvere va mischiata con l’acqua e poi applicata sul viso: tutta questione di gestualità.

Detergente in Olio

Il balsamo delle pelli ultrasensibili e secche che hanno bisogno di maggior attenzione. Delicato come una mouse ma dalla consistenza più liquida. Lascia le pelle morbida e levigata.

Detergente in Sapone

La saponetta classica ma specifica per la pelle del viso: per chi ama una gestualità antica. Esistono saponi per tutti i tipi di pelle, fai attenzione a non scambiarlo con quello delle mani.

Detergente in Crema o Acqua micellare

In questo caso la detersione deve avvenire sempre con un dischetto di cotone, senza l’uso dell’acqua. I detergenti sono utili per rimuovere delicatamente il make up, soprattutto quando è resistente all’acqua. Mai dimenticarsi del tonico che sarebbe meglio acquistare senza alcol. Se la pelle è molto sensibile puoi sostituire il tonico con l’acqua micellare, un composto di soluzione acquosa e micelle in grado di catturare la parte oleosa del trucco.

Detergenti: quali texture scegliere per il tuo viso