Crisi di mezza età: running e botox i nuovi segnali premonitori

La crisi di mezz'età è un momento particolare della vita in cui, chi ne soffre, cerca di superarla con trattamenti estetici o con estenuanti attività fisiche

Si avvicinano i cinquant’anni e, nella maggior parte della popolazione, la crisi di mezz’età non tarda a manifestarsi. Secondo un recente studio condotto da Terence Cheng, Nattavudh Powdthavee e Andrew Oswald, delle università di Melbourne e Warwich e della London School of Economics, è provato che, tra i 45 e i 55 anni, si vada incontro a un periodo di insoddisfazione, durante il quale si tenta ogni cosa per cercare di porvi rimedio.

Spesso, nei paraggi del “mezzo secolo”, l’apice della carriera professionale va in contrasto con il verificarsi di un naturale declino fisico, che porta a rivalutare le proprie abitudini e stili di vita. Per molti, quindi, diventa indispensabile ritrovare un equilibrio, partendo proprio dall’aspetto estetico. Attività fisica e trattamenti estetici diventano la priorità per la maggior parte delle donne e uomini che raggiungono la fatidica soglia dei 50.

C’è chi si rifugia nel running o in altre attività simili: non a casa, le grandi maratone e le maggiori gare podistiche sono sempre più frequentate dai cinquantenni, vogliosi di mantenere un aspetto fisico atletico ed attraente, nonostante l’avanzare dell’età. La competizione, in effetti, può restituire quell’adrenalina mancante nella vita delle persone, rendendole più soddisfatte e ottimiste. Attenzione, però, che la voglia di sport non si trasformi in ossessione: la ricerca della perfezione fisica, il tentativo di dimostrare ancora a sé stessi di essere giovani e in perfetta forma, può portare a traumi e infortuni. Una moderata attività fisica può però apportare numerosi benefici, sia per quanto riguarda la salute del corpo che della mente.

Altri, invece, non accettano i segni inevitabili del tempo sul proprio corpo e decidono di ricorrere a interventi di medicina estetica, quali le iniezioni di botox. Queste prestazioni prevedono punture a base di tossina botulinica, in grado di contrastare le rughe e i principali inestetismi dovuti all’età. Se effettuato con moderazione, e in centri specializzati per le infiltrazioni di botulino, questo trattamento può davvero apportare dei miglioramenti all’aspetto fisico, ma sempre a patto che non si esageri.

Crisi di mezza età: running e botox i nuovi segnali premonitori