Cosmetici bio: come riconoscerli

Sicure che i cosmetici che utilizzate sono bio? Ecco come riconoscere i prodotti biologici e acquistarli

Come riconoscere i cosmetici bio? A differenza di ciò che si pensa non è semplice distinguere i prodotti che sono bio da quelli che non hanno niente a che vedere con questo marchio. Questo perché spesso le aziende tendono ad ingannare il consumatore.

In questo caso si parla di greenwashing ossia della volontà di spacciare per naturali dei cosmetici che in realtà non lo sono. Come? Inserendo sulla confezione immagini di fiori o foglie, ma anche indicando la presenza di estratti bio che in realtà esistono nella formulazione solamente in parti minime pari al 2%. Ciò significa che non basta la scritta “bio” per rendere un prodotto davvero biologico, sono invece necessari dei criteri importanti che devono essere seguiti e rispettati.

In commercio ci sono tanti cosmetici che hanno poco a che fare con il bio, per questo è importante saperli riconoscere e acquistare solo ciò che è conforme ad alcune regole, imparando a leggere l’etichetta e non solo.

Per prima cosa è importante sottolineare la differenza fra i cosmetici naturali e quelli bio. Nel primo caso vengono usati ingredienti che sono si origine animale o naturale per il 95%. Nel secondo caso invece deve essere presente il 95% di ingredienti biologici, gli additivi sono permessi solamente per un massimo del 5%.

Cosmetici bio: perché sceglierli e come riconoscerli

Per capire se il cosmetico che si sta acquistando è davvero biologico, è importante prestare molta attenzione ad alcuni dettagli. Per prima cosa gli ingredienti devono essere naturali al 100%. Ciò significa che nella sua formulazione non devono essere presenti componenti chimiche. Per verificarlo leggete la lista degli ingredienti, assicurandovi che tutto sia totalmente naturale.

Come ulteriore prova assicuratevi che il prodotto possieda la certificazione. Un cosmetico è sicuro e bio solo se possiede questa sorta di “bollo di garanzia” che viene conferito da alcuni enti. La certificazione biologica viene ottenuta dal produttore fornendo le prove che il 95% dei componenti del cosmetico vengono da agricoltura biologica. Se volete andare sul sicuro puntate su prodotti che abbiano anche una lista di ingredienti a km zero e che siano prodotti localmente.

Cosmetici bio: le certificazioni del biologico

Per questo motivo è importante conoscere anche le varie tipologie di certificazione. Fra le più importanti troviamo:

  • AIAB – conferito dall’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica,
  • ICEA – che fa riferimento ad un controllo sulle materie prime e gli imballaggi,
  • CCPB – che indica un controllo accurato sull’origine degli ingredienti.

Esistono poi due standard privati. Si tratta di NaTrue e CosmOS, che seguono le normative europee sul biologico.

I costi di certificazione sono piuttosto alti, per questo spesso le piccole aziende, anche se producono cosmetici 100% bio non le possiedono. Per verificare che il prodotto che state comprando è biologico vi basterà leggere la lista degli ingredienti presenti all’interno della formulazione.

Un cosmetico biologico non possiede sostanze nocive per la salute, come tensioattivi sintetici, colori, profumi artificiali, solventi e conservanti. Cercate di evitare anche tutti i prodotti che presentano sostanze di origine petrolifera, formaldeide e paraffina. Tutti questi elementi andrebbero sostituiti con derivati vegetali. Ad esempio i siliconi emollienti dovrebbero lasciare spazio all’olio di mandorla, di oliva e di albicocca, ma anche all’amido di mais e al burro di karité.

Al poso dei siliconi umettanti dovrebbero esserci glicerina vegetale e sorbitolo. Per quanto riguarda i parabeni conservanti invece meglio il sorbic acid, il sodium benzoate e il silver. Nei cosmetici bio i parabeni antiossidanti vengono sostituiti con tocoferolo, olio di macadamia, estratto di vite rossa e olio di argan, mentre al posto degli emulsionanti e dei filmanti vengono utilizzati lectina di soia, cera candelilla e carnauba.

Infine l’ultimo elemento da considerare riguarda i test sugli animali. Spesso diamo per scontato che un cosmetico che si dichiara bio non gli abbia mai effettuati, ma non è sempre così. In ogni caso ricordatevi di leggere con attenzione l’etichetta per verificare che sia totalmente cruelty free.

Leggete la confezione e se non siete sicuri informatevi sul sito dell’azienda e presso gli enti che certificano i prodotti che non effettuano test sugli animali. L’ultimo accorgimento da seguire è quello di verificare che nella lista degli ingredienti non siano presenti sostanze di origine animale, che molte volte vengono aggiunte con nomi particolari nella speranza che i clienti non se ne accorgano.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosmetici bio: come riconoscerli