Contorno labbra: come mantenerlo perfetto

Col tempo il contorno labbra diventa meno definito: ecco come contrastare i piccoli segni dell'invecchiamento

I baci non consumano, ma di certo le labbra prima o poi rischiano di perdere i loro contorni nitidi e di lasciarsi andare per il tempo che passa e gli effetti del continuo movimento. Le labbra si muovono, parlano, si mordicchiano, si allargano in un sorriso: insomma comunicano moltissimo, come gli occhi e le mani, per questo tendono a rilassarsi mano a mano che il tempo passa. Inoltre sono esposte più di altre parti del corpo agli agenti esterni e rischiano spesso di screpolarsi e arrossarsi. Cosa fare?

Per contrastare il più possibile la comparsa di piccole rughe, è fondamentale l’idratazione. Idratarle mattino e sera è il primo consiglio da seguire. Esistono sieri idratanti specifici per le labbra che possono contenere acido ialuronico o oli naturali come quello alle mandorle o di karanja, che ammorbidiscono e nutrono la pelle in profondità evitando che si secchi. Alcuni sieri hanno anche una funzione filler, poiché sono formulati per rimpolpare proprio le zone attraversate dalle piccole rughe: un ottimo acquisto per chi desidera un effetto anti-age.

Ottime sono anche le maschere che possiamo fare con ingredienti naturali. Una soluzione a base di olio e succo di limone serve a nutrire e rivitalizzare le labbra, ma non è consigliata se sono molto screpolate poiché il limone potrebbe pizzicare. Anche lo yogurt – da applicare direttamente – è un toccasana per il contorno labbra. Puoi anche aggiungere un po’ di miele, ultra idratante ed emolliente, e le labbra si sentiranno più lisce e morbide.

Altro consiglio che funziona è cercare di essere costanti sia con i massaggi che con la ginnastica facciale. Alcuni massaggi sono facili da realizzare come il petrissage, di origine giapponese, che stimola la circolazione sanguigna e la produzione di collagene, o quelli di origine coreana, altri sono invece più specifici e devono essere eseguiti da esperti, come la tecnica antica del kobido. Di certo la ginnastica facciale è realizzabile tra le mura di casa, quindi ci vuole soltanto buona volontà.

Se non consideri la chirurgia estetica che propone varie tecniche come il lifting, il lipofilling (prelievo del grasso dal tuo corpo per poi iniettarlo nelle zone del viso che necessitano come labbra e occhi) o i filler all’acido ialuronico, prendi in considerazione almeno il needling che anche la medicina estetica utilizza. Si tratta di microaghi che stimolano le risorse riparative della pelle: certo a casa può bastare un dermaroller da 0,5 mm, dal medico invece si possono utilizzare aghi più lunghi (1,5 mm, il medico, e 3 mm, il chirurgo).

Tutto questo non funziona al meglio se lo stile di vita e l’alimentazione non supportano: ricordati che non basta non fumare, bisogna sfruttare tutte le potenzialità della frutta e della verdura e proteggersi da tutto ciò che accelera l’invecchiamento cutaneo, ossia il sole, poi i raggi UVA, e poi… i raggi UVB. Imperativo categorico: proteggere la pelle sempre con le creme solari.

Contorno labbra: come mantenerlo perfetto