Come usare la crema illuminante

Scopri i segreti dei make up artist per un trucco perfetto. Quali prodotti scegliere e come fare per illuminare il viso

Se stress, smog e fumo possono opacizzare anche la pelle delle teenager, figuriamoci quella di una donna in carriera. Per questo esiste il Sacro Graal dell’illuminante che i make up artist utilizzano senza parsimonia. A cosa serve l’illuminante? Serve a dare luce, a evidenziare alcuni punti e a farti apparire radiosa anche quando la nebbia si è impossessata di tutta la città.

Crema, polvere o penne?

Le penne illuminanti riescono a definire zone specifiche del viso (naso e sopracciglia) e possono aiutarti anche quando sei di fretta. Devi ricordarti di sfumare molto per non creare disarmonie o l’effetto di una luna piena. La crema illuminante, invece, è più facile da stendere e sfumare: se hai una pelle poco idratata e tendenzialmente secca, meglio affidarsi a questa soluzione. In estate e se hai problemi di pelle lucida invece, opta per la polvere soprattutto quella più satinata e meno glitterata. Gli illuminanti brillano poiché sono miscele di minerali frantumati oppure addirittura di perle preziose polverizzate e possono essere di vari colori, dal rosa al bianco ghiaccio: fondamentale saper scegliere il colore adeguato al proprio incarnato.

Dove si usa?

L’uso dell’illuminante dipende dalle zone che vuoi sottolineare: il viso, il décolleté, le spalle e le gambe. Per il décolleté basta prendere un pennello e applicare la polvere illuminante alla base del collo, dove sporgono le ossa delle clavicole, oppure verso il seno per dare risalto alle forme. Sulle gambe è bene essere esperte di leg contouring, il nuovo make up delle star, per farle sembrare più snelle e tornite anche se da un mese non fai palestra.

Punti luce sul viso: zigomi e mento

In genere è il viso la zona che più richiede attenzione e lavoro per smussare i piccoli difetti ed evidenziare i punti di forza, come Kim Kardashian, la regina del contouring, ci ha insegnato.
Per mettere in evidenza gli zigomi è necessario stendere una quantità sufficiente di illuminante (che sia crema o polvere) dove si sente l’osso, e sfumarla verso le sopracciglia. L’altro punto luce è il mento, proprio sotto le labbra, dove si crea una zona d’ombra, ma solo se non hai un mento appuntito o sporgente.

Punti luce sul viso: occhi e labbra

Applicare la polvere illuminante sotto l’arcata delle sopracciglia rende lo sguardo magnetico, ma il tocco d’artista sta nel tamponare con il polpastrello l’angolo interno dell’occhio con un po’ di ombretto rosa o bianco. Altro che luce, potresti abbagliare! Se vuoi rendere le labbra carnose anche senza gloss o l’aiuto di un lip plumper, basta applicare un po’ di illuminante sull’arco di Cupido (profilo del labbro superiore) e le labbra acquistano valore e tridimensionalità.

Punti luce sul viso: fronte e naso

Se hai una fronte larga puoi illuminare il centro della fronte con un intervento a ventaglio, dal setto nasale in su: questo darà luce senza ingigantire una parte già importante. Se invece la tua fronte è sfuggente, puoi illuminare anche i contorni per dare più rilievo. Il naso è una zona delicata che può modificare l’espressione del viso. In genere si applica una linea sottile lungo il profilo del naso, ma se hai un naso sottile e magro, potresti anche evitarlo. L’importante è non scendere fino alla punta, poiché darebbe ancora più risalto alla forma sottile. Se invece hai il problema inverso, usare l’illuminante potrebbe aiutarti ad assottigliarlo.

Come usare la crema illuminante