Come togliere i punti neri: eliminarli non è mai stato così facile

Togliere i punti neri, anche senza schiacciarli, è possibile? Sì, con i giusti consigli e rimedi naturali per una pelle pulita e luminosa

I punti neri sono una delle imperfezioni estetiche, se così possiamo definirli, che affligge la maggior parte delle persone, senza distinzione di sesso e di età. È vero, compaiono principalmente su pelli miste, grasse o acneiche e quindi principalmente giovani, ma non è difficile che siano presenti anche su pelli di altro tipo. Si concentrano soprattutto nella zona T, ovvero fronte, naso e mento, perché sono presenti più ghiandole sebacee.

Sono però zone sensibili e soggette ad arrossamenti, soprattutto perché così come per i brufoli, spesso l’attività più frequente quando compaiono i punti neri è quella di schiacciarli e spremerli. Questo non fa altro che irritare la pelle, provocando spesso micro ferite e piccole cicatrici, per non parlare di infezioni che possono peggiorarne lo stato. La buona notizia, però, è che per eliminare i punti neri ci sono tanti rimedi casalinghi e naturali oltre che consigli per debellarli e prevenire la loro comparsa.

Donna che schiaccia punti neri e brufoli

Una corretta skincare routine è la base di partenza per eliminare i punti neri sul viso e sul naso senza schiacciarli

Il primo step per eliminare i punti neri è quello di affidarsi ad una corretta skincare routine. Infatti, più la pelle è pulita e correttamente detersa, più sarà facile non solo toglierli, ma fare in modo che non compaiano più o, comunque, con meno frequenza. La detersione, ancora una volta, si conferma un passaggio imprescindibile per una skincare routine di tutto rispetto, perché pulisce la pelle non solo dal trucco, ma anche dall’accumulo di impurità, sebo, sporcizia, inquinamento e cellule morte che si accumulano nel corso della giornata.

Donna sorridente si lava la faccia in bagno con acqua fresca

In caso di pelle mista o grassa un detergente contenente acido salicilico è l’ideale, perché lascia la pelle pulita in profondità, sciogliendo correttamente le impurità. Importante è poi avere costanza nell’applicazione di trattamenti mirati, come scrub e maschere. L’esfoliazione, infatti, consente di rimuovere le cellule morte e, tramite azione meccanica o chimica, sciogliere ed eliminare i punti neri. Non esagerate però nel voler accelerare questo processo, gli scrub e i peeling andrebbero utilizzati al massimo una volta a settimana, per evitare di indebolire, irritare e ottenere l’effetto contrario, inspessire la pelle.

Via libera anche a maschere a base di argilla, verde su pelle mista o grassa e bianca su pelli più delicate e sensibili. In questo caso la frequenza può essere anche di un paio di volte la settimana, l’importante è ascoltare la propria pelle e, nonostante i punti neri, idratarla in profondità con prodotti mirati e non comedogeni, cioè che non occludano i pori. Il segreto è bilanciare una corretta pulizia approfondita della pelle con ingredienti idratanti ma non occlusivi, altrimenti la pelle si seccherà eccessivamente.

Donna con asciugamano i testa fa sauna facciale con vapori caldi aromatici

Come togliere i punti neri senza schiacciarli: i rimedi naturali più efficaci

I vapori ed il bicarbonato, amici dei punti neri

Lo sappiamo, i punti neri e i brufoli non si schiacciano. Eppure la tentazione è sempre molto forte, perché veder fuoriuscire l’accumulo di sebo dà soddisfazione, inutile negarlo. Se proprio non resistete a spremere i punti neri, abbiate cura almeno di aprire i pori, affinché i danni siano minori. Fate bollire dell’acqua, sciogliete qualche cucchiaio di bicarbonato e, passaggio opzionale, aggiungete qualche goccia di olio essenziale, ad esempio di tea tree, salvia o rosmarino. 

Avvicinate il viso al contenitore con l’acqua e coprite la testa con un panno o un asciugamano, inalate i vapori per qualche minuto e poi procedete con la pulizia del viso. Assicuratevi di disinfettare la mani prima di procedere e soprattutto non schiacciate mai i punti neri con le unghie, ma servitevi di una velina e utilizzate la pressione dei polpastrelli.

Donna applica maschera nera sul viso

Lo scrub viso fai da te, efficace e con prodotti reperibili facilmente a casa

Abbiamo parlato di esfoliazione e realizzare uno scrub fai da te con ingredienti che si trovano in casa è davvero molto facile. Basta prendere dello zucchero, di canna per un’esfoliazione più intensa o bianco per le pelli più sensibili e miscelarlo con del miele, antinfiammatorio naturale e limone, dalle proprietà schiarenti e disinfettanti. Applicate il composto su pelle asciutta per un’azione più intensa o leggermente inumidita per chi preferisce un effetto più delicato. Massaggiate con movimenti circolari per qualche minuto poi risciacquate i residui con acqua tiepida. La pelle apparirà subito liscia, morbida e con un incarnato decisamente più luminoso.

Applicazione di una maschera viso in un centro estetico

La maschera all’argilla, una garanzia per tenere sotto controllo il sebo

Tra i rimedi della nonna più conosciuti e apprezzati la maschera all’argilla fai da te incontra il favore di tutti, donne e uomini, ragazzi e adulti. Questo perché realizzare trattamenti con questo ingrediente è davvero facile e a basso costo. L’argilla verde si acquista pura in erboristeria ad un costo di pochi euro, si miscela con dell’acqua e si applica sul viso. Si può arricchire con oli essenziali, qualche goccia di limone o di miele disinfettante e si lascia in posa una decina di minuti. 

L’importante è che non si asciughi completamente sul viso, altrimenti tenderà a disidratare la pelle. Per i soggetti più sensibili e delicati, meglio invece optare per l’argilla bianca. L’argilla è efficace perché assorbe le impurità e il sebo, regolando e riequilibrando la sua produzione.

Rimozione punti neri con strumento apposito senza schacchiare

Attenzione alla giusta scelta dei prodotti di skincare per non vanificare tutti gli sforzi

Abbiamo capito come pulire a fondo la pelle e quali trattamenti si possono realizzare, anche a casa e senza sforzo, per eliminare i punti neri. Dopo la detersione però è il momento di applicare i prodotti per completare la skincare routine ed è fondamentale prestare attenzione alla scelta dei giusti cosmetici. Per chi soffre di punti neri e brufoli, infatti, è necessario fare attenzione all’INCI, la lista degli ingredienti, per verificare che presentino la dicitura oil free, non comedogeno e che non contengano siliconi e petrolati. Riconoscerli è facile, perché solitamente terminano con i suffissi in -thicone, -siloxane o -silanol.

Per chi non ama il fai da te, poi, esistono tonici, scrub e maschere adatti alle esigenze delle pelli miste, grasse o acneiche da scegliere sugli scaffali di farmacie e profumerie. Oltre agli attivi già citati, come argilla, miele, limone ed oli essenziali, anche l’acido glicolico e salicilico sono due ingredienti utili per combattere i punti neri, andandoli a dissolvere ed evitando la loro ricomparsa. 

Cerotto per punti neri per rimuovere punti neri sul naso

Molto amati anche i cerottini per punti neri, ma attenzione se avete la pelle sensibile perché potreste arrossarla o far uscire qualche capillare. Sono dei cerotti di varie dimensioni per la zona T che si applicano sulla pelle inumidita, si fanno ben aderire e si lasciano in posa una decina di minuti. Trascorso il tempo necessario si tirerà via il cerotto delicatamente che porterà via con sé punti neri e sebo in eccesso, liberando i pori.

I trattamenti estetici da realizzare in cabina o da un medico

In ultimo, ma non per importanza, chi non riesce a debellare i punti neri in autonomia potrebbe affidarsi a trattamenti realizzati in centri estetici o da medici competenti. La pulizia del viso è uno dei più richiesti, perché tramite attrezzi appositi ed apparecchiature è possibile eliminare i punti neri senza schiacciarli, in tutta sicurezza, evitando di irritare eccessivamente la pelle.

Trattamenti estetico pulizia viso con spatola

Un po’ più invasivo ma sicuramente efficace anche il peeling chimico a base di acidi. I più efficaci sono l’acido salicilico e l’acido glicolico, ma anche l’acido mandelico e l’acido lattico, più delicati, danno ottimi risultati nell’eliminazione dei punti neri su pelli sensibili. Nei centri estetici il peeling effettuato è più superficiale e meno invasivo e con una percentuale di acidi più bassa mentre per esfoliazioni profonde e rinnovamento cellulare intenso è necessario affidarsi a medici estetici o dermatologi, che si avvalgono di acidi con una concentrazione maggiore.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come togliere i punti neri: eliminarli non è mai stato così facile