Come proteggere i capelli al mare? Prodotti e trucchi per non danneggiarli al sole

Proteggere i capelli in vacanza è importante perché sole, salsedine e cloro li danneggiano, ma con le giuste accortezze è possibile prendersene cura al meglio

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

Si sa, in estate i capelli sono sottoposti a continuo stress, sia che si scelgano vacanze al mare, in montagna o nelle grandi città. Perché il sole comunque picchia ovunque, chi rimane in città poi spesso si rifugia in piscina, ricca di cloro e chi va al mare deve fare i conti anche con il vento ed il sale. Ecco che allora i nostri capelli, di ritorno dalle vacanze, appaiono spenti, sciupati, disidratati e con un colore che ha preso strani riflessi. 

Ma ci sono diversi prodotti ed accorgimenti che possiamo utilizzare per prenderci cura dei nostri capelli anche in situazioni così estreme, e ve li raccontiamo in questo articolo.

Gli Spray ed oli protettivi sono da applicare, non solo al mare, ma durante tutta l’estate

Sono dei prodotti appositamente formulati per prendersi cura dei capelli, grazie a filtri solari specifici ed attivi che proteggono il colore, mantenendolo il più possibile brillante. Esistono in varie texture, latte o acqua per capelli che tendono a diventare grassi velocemente ed olio per quelli ultra secchi. Perfetti in spiaggia o quando ci si espone al sole, perché sporcano un po’ i capelli ma la sera si rimuovono con la detersione abituale. Per chi rimane in città, invece, esistono formule leggere, da spruzzare o distribuire principalmente sulle punte, che non ungono i capelli. Se non volete spendere in prodotti specifici, poi, potete utilizzare del semplice olio di cocco, o del burro di karité, entrambi con un fattore di protezione – basso – naturale, che ammorbidiscono e nutrono i capelli, per un trattamento 2-in-1.

Fonte: Bioscalin

Utilizzate accessori e cappelli per proteggere la vostra chioma

Un altro metodo per proteggere il più possibile i capelli al mare è quello di indossare cappelli che li coprano il più possibile. Sono perfetti quelli a tesa larga, magari di paglia, che fanno in modo che il viso non sia esposto direttamente al sole. Se però la voglia di tintarella è estrema, potete optare per berretti da baseball o per delle classiche bandane, che coprono la testa in maniera colorata e senza creare ombra sul volto. In alternativa, un accessorio di gran moda per la spiaggia è il foulard, di tante fantasie e colori, con cui è possibile realizzare turbanti di ogni tipo ma che si possono accessoriare anche in maniera semplice, come fasce. Proteggono i capelli ma con stile!

Tenete i capelli legati il più possibile

È vero, al mare tendiamo a lasciare spesso i capelli sciolti, perché coccolati dal vento o perché come vengono mossi in spiaggia non riusciamo proprio ad averli durante l’anno. Ma il sole, così come il vento, danneggiano i capelli, seccandoli, disidratandoli ed annodandoli. Meglio allora tenerli legati il più possibile, basta uno chignon o una coda ma non mancano pettinature particolari che è possibile realizzare, sia con capelli lunghi che corti. Il web ed i social sono pieni di foto da cui prendere ispirazione, come ad esempio degli space buns, delle boxer braids, delle milk braids o la treccia alla francese.

Anche la detersione e la cura dei capelli è importante

In estate dovremmo scegliere prodotti dedicati alla stagione che si prendano cura il più possibile dei nostri capelli. Innanzitutto, nel caso di mare e piscina, ricordatevi di sciacquare abbondantemente con acqua dolce la vostra chioma, per cercare di eliminare la maggior parte di sale e cloro, che seccano e disidratano i capelli. Una volta a casa, utilizzate shampoo leggeri e delicati, adatti a lavaggi frequenti e per capelli sensibili. Cercate di fare un solo shampoo, specie se li lavate tutti i giorni, diluito con acqua, in modo da non aggredire troppo la cute e le lunghezze. Massaggiate bene per eliminare tutti i residui di sporcizia, ma anche di prodotto accumulato durante l’esposizione. Esistono poi dei balsami appositi per il periodo, molto nutrienti ed idratanti, con principi che proteggano il colore ed anche con SPF, per proteggerli fin da subito. Ricordate, inoltre, di effettuare maschere ristrutturanti, idratanti e nutrienti almeno una volta alla settimana o ogni dieci giorni.

Diamoci un taglio! È il momento giusto!

Dopo l’estate i capelli, nonostante abbiamo fatto del nostro meglio per curarli, saranno sicuramente un po’ rovinati, specie per quanto riguarda il colore, che potrebbe essersi ingiallito o aver creato strani riflessi aranciati. È questo il momento migliore per andare dal parrucchiere, per sistemare il taglio, eliminare qualche doppia punta e rinfrescare il colore, adattandolo alle schiariture naturali che si saranno create. E, per chi ci crede, ricordate di controllare il calendario lunare per farli crescere più velocemente!

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come proteggere i capelli al mare? Prodotti e trucchi per non danneggi...