Come prevenire le smagliature in gravidanza

Parole d'ordine: idratazione, corretta alimentazione e attività fisica. Per evitare che sul corpo restino segni inestetici eredità dei 9 mesi di attesa

Puntuali e immancabili, le smagliature stanno alla gravidanza come il panettone a Natale. Chi più chi meno, qualunque donna ha a che fare con le temute e antiestetiche striature della pelle. Incredibile ma vero, anche alle bellissime della tv tocca combattere con lo stesso problema. Non ci credete? Leggete qui: La cellulite dei vip, da Ilary Blasi a Samantha De Grenet .

Questo perché le smagliature altro non sono che una infiammazione del tessuto elastico del derma, dovuto al repentino aumento di peso e alla conseguente “trazione” della pelle. A ciò si aggiungono le variazioni ormonali che inducono un eccessivo rilascio di sostanza come la relaxina che alterano il tessuto cutaneo.

La domanda d’obbligo è: come prevenire le smagliature in gravidanza? Appurato che dalle smagliature non si torna indietro, e una volta fatto il danno, si può solo cercare  di mascherarlo (ultima spiaggia i trattamenti laser, costosi e invasivi), ne va da sé che la prevenzione è la migliore e unica arma possibile per combatterle. E le tre parole d’ordine magiche sono: idratazione, corretta alimentazione e attività fisica.

  1. Idratazione: fondamentale per mantenere elastica la pelle e contrastare l’effetto della trazione e della rottura. L’idratazione deve avvenire da dentro, attraverso l’assunzione di almeno un litro d’acqua al giorno, e da fuori, con l’applicazione di olii e creme per mantenere la cute elastica. Attenzione però ai prodotti: banditi  gli oli minerali, come paraffina, parabeni, petrolati e siliconi, che rendono le creme più spalmabili e conferiscono alla pelle un effetto di maggior levigatezza, ma che alla lunga rischiano di seccare e irritare la cute. Via libera alle creme arricchite da oli vegetali (olio di mandorle dolci, jojoba, karitè, avocado, germe di grano, olio di oliva, ricco di oleocantale), burro di cocco e l’acido boswelico, che ha azione elasticizzante.
  2. Alimentazione sana e corretta: alla base del controllo del peso, per evitare di accumulare troppi chili e per fornire all’organismo le vitamine necessarie a preservare la giovinezza e l’elasticità della pelle, come le vitamine C, E (frutta, verdura, legumi, oli vegetali), ed F (frutta secca, pesce e oli vegetali)
  3. Attività fisica: bandita la sedentarietà, si deve cercare nei limiti del possibile e compatibilmente con il proprio tipo di gravidanza (se fisiologica o patologica) di muoversi il più possibile. Lunghe Passeggiate e nuoto sono le attività fisiche consigliate in gravidanza. Favoriscono la circolazione, aiutano a tenere sotto controllo l’aumento di peso,  inducono il buonumore.

A questo trittico si possono aggiungere altri utili accorgimenti, come la riduzione del sale a tavola, che favorisce la ritenzione idrica; il consumo di tisane drenanti e,  volendo farsi coccolare ulteriormente, sottoporsi a qualche massaggio drenante. Facendo attenzione che non vengano usati olii essenziali o creme non naturali.

Fonte: DiLei

Come prevenire le smagliature in gravidanza