Come avere capelli perfetti: trucchi dalla A alla Z

Come avere capelli perfetti? La cura della chioma richiede molta attenzione e spazia dal tipo di alimentazione seguita alla scelta dei prodotti da usare, passando per i quotidiani gesti di "manutenzione", ovvero lavaggi e asciugature. I trattamenti di bellezza per i capelli sono molteplici. E andrebbero  scelti in base al particolare tipo di capello (Che tipo di capelli hai? Ecco come curarli).  Diamo di seguito un vademecum completto, dall’A alla Z

A come alimentazione: Una dieta equilibrata è fondamentale per la salute dei capelli. Quello che buttiamo dentro, lo si vede fuori. Frutta e verdura hanno proprietà antiossidanti e sono ricche di vitamine, indispensabili per il benessere della chioma. La vitamina A li irrobustisce e previene la forfora, la vitamina C stimola la crescita, senza le vitamine B1 e B2 i capelli rischiano di cadere. La vitamina E è quella antiossidante per eccellenza, combatte i radicali liberi.
B come balsamo: Non deve mai mancare. Ma va scelto con estrema attenzione, privilegiando le linee professionali e specifiche per il proprio tipo di capello. Un balsamo troppo nutriente non è indicato per chi ha i capelli fini, o tendenti al grasso. Al contrario se troppo leggero e non curativo non funzionerà con capelli particolarmente aridi o sciupati.
C come calcare: Attenzione agli eccessivi lavaggi con acque troppo dure. Consiglio: aggiungere un po’ di bicarbonato allo shampoo, che elimina l’opaco del calcare.
D come danneggiati: I capelli sensibilizzati, rovinati da tinte, decolorazioni, permanenti sono quelli che necessitano di più cure e attenzioni. Non possono mai mancare balsami, maschere idratanti da applicare una volta al mese, o addiritttura  una volta a settimana in caso di criiticità. Si possono anche usare degli olii da applicare prima dello shampoo.
E come estate: La  stagione che mette più a rischio i nostri capelli. Mai dimenticarsi di olii protettivi da applicare durante l’esposizione (anche i semi di lino possono andar bene) e di usare shampi specifici, idratanti e doposole, la sera. In questa stagione la maschera si può fare anche più volte a settimana. Leggi anche: trucchi e consigli per capelli splendidi sotto il sole
F come ferro: Inteso come minerale, presente nella composizione chimica del capello e una sua carenza può provocare una loro caduta temporanea. Si trova in carne, pesce, legumi, spinaci.
G come grassi: Per i capelli grassi usare sempre shampoo indicati e un piccolo trucchetto: qualche goccia di olio essenziale di lavanda e arancio nello shampoo: hanno proprietà astringenti.
H come  Vitamina H: chiamata anche biotina, è molto importante per la crescita dei capelli e per la prevenzione della caduta. Si trova  in carne, fegato, tuorlo d’uovo, cioccolato, arachidi, piselli secchi, funghi, lievito di birra, latte e formaggi.
I come idratazione: fondamentale per avere una capigliatura perfetta. Per questo, nella scelta dei detergenti , bisogna sempre controllare che ci siano componenti idratanti, e sia specificato sull’etichetta. Sostanze idratanti naturali sono gli estratti di mandorla, avocado, l’olio essenziale di rosmarino, l’olio di germe di grano, l’olio di karité e l’olio di argan.
L come lavaggi. I capelli non andrebbero lavati tutti i giorni. Se proprio non se ne può fare a meno (perché smog, uso del casco, palestra li sporcano) si devono usare prodotti delicati, ad uso frequente. Prima di lavarli, è bene spazzolarli in modo da eliminare eventuali nodi. Applicare lo shampoo in dosi minime, l’eccesso è dannoso, massaggiare in maniera delicata ma per parecchi minuti. Un buon massaggio del cuoio capelluto stimola l’ossigenazione. Dopo il lavaggio, pettinare con dolcezza: I capelli bagnati sono fragili e rischiano di rompersi.
M come Mousse. Le mousse sono ottime per dare corpo e consistenza ai capelli fini, piatti. Attenzione solo a non eccedere nella quantità. In commercio se ne trovano anche curative e idratanti, che mentre fissano lo styling apportano vitamine.
N come nutrimento: Dopo l’idratazione, un altro punto fondamentale. Capellli rovinati? Ecco come nutrirli
O come olii. Abbiamo già detto che gli impacchi di olii naturali sono ottimi sia come maschere  idratanti, sia da applicare prima dello shampoo per una terapia d’urto dei capelli più sensibilizzati. Gli olii migliori per i capelli sono quelli di jojoba, cocco, semi di lino e mandorle dolci. Usati prima del lavaggio possono essere applicati su tutti i capelli e sul cuoio capelluto, invece dopo il lavaggio bastano una o due goccie solo sulle punte.
P come Phon. L’asciugatura a phon è un momento importante e delicato, in cui il capello rischia di più. Il phon non va mai  tenuto troppo vicino al cuoio capelluto, bensì a una distanza di 10-15 cm, la temperatura regolata bassa e le estremità andrebbero lasciate umide, di modo che si asciughino da sole. Ottimo l’uso del diffusore. Leggi:  Come asciugare i capelli, consigli per una chioma fluente
P anche come parabeni: La famiglia dei Parabeni (Methyl paraben, Propyl paraben, Butyl paraben, Ethyl paraben)  costituisce il gruppo di conservanti più utilizzati dall’industria cosmetica. Possono dare luogo ad intolleranze  e sono cancerogeni. da evitare!
Q come vitamine: La vitamina q, o ubichinone, è un potente antiossidante che aiuta a difendersi dai radicali liberi e contrasta l’invecchiamento del capello. Si trova principalmente nelle carni di manzo, pollo, maiale, nei frutti di mare e nei pesci grassi di acqua fredda, come il salmone.
R come risciacquo: Durante il risciacquo, dopo lo shampoo, è bene non sfregare troppo, soprattutto se si hanno capelli grassi: lo strofinamento stimola la produzione di sebo. L’acqua fredda è perfetta per il risciacquo dei capelli, inquanto stimola la circolazione, evita di sottoporre il capello a stress termici (in generale mai fare lo shampoo con acqua troppo calda) e li fa apparire più lucidi e splendenti. Inoltre l’acqua calda dissolve il sebo, che li protegge .
S come shampoo: La scelta dello shampoo è fondamentale per la bellezza dei nostri capelli. Andrebbe selezionato in base al proprio tipo, se grasso, secco fine o grosso e alla frequenza di lavaggio. IN tutti i casi, comuque, andrebbe fatta attenzione che non contenessereo parabeni (conservanti dannosi), siliconi.
T come tamponare. I capelli non vanno mai, e ripetiamo mai, frizionati aggressivamente. Bisogna tamponarli delicatamente.
T anche come tinte: Privilegiate quelle a componenti naturali, fatevi consigliare da qualcuno esperto, documentatevi prima di mettervi in testa qualunque cosa e soprattutto leggete sempre con attenzione la composizione.
U come  umidità. La peggior nemica della nostra chioma. Ormai in commercio esistono linee professionali anti crespo e umidità. Importante sempre prova a dare un colpo di phon freddo dopo la piega, di modo che che le squame del capello si chiudano la piega risulti più duratura.
V come volume: per dare più volume ai capelli fini, oltre all’utilizzo di shampoo speifici, consigliamo di evitare sieri, cere e pomate che  rendono il capello più pesante e di di asciugare i capelli a testa in giù.
Z come zinco: Fondamentale per far crescere i capelli forti e sani e nella prevenzione e cura della caduta. Contenuto in germe di grano, molluschi, fegato di vitello e arachidi. Purtroppo solo piccole quantità di zinco vengono assorbite dal corpo, circa 25-30%. Meglio optare per degli integratori.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come avere capelli perfetti: trucchi dalla A alla Z