Collagene, è possibile reintegrarlo?

Una proteina fondamentale per la salute della pelle: ecco come stimolare la produzione di collagene

Parlare di pelle tonica e compatta significa parlare del collagene, una proteina fondamentale per la struttura della pelle, ma non solo, anche di tendini, cartilagini, ossa e denti. In giovane età, il collagene è molto abbondante e assicura compattezza, elasticità e idratazione all’epidermide, ma con il passare del tempo, la produzione di questa proteina rallenta e i radicali liberi possono intaccarla. Di conseguenza, il viso appare meno compatto, più scavato, e cominciano a notarsi piccole rughe d’espressione e segni del tempo; è come se la pelle non riuscisse più a opporsi alla forza di gravità.

Il make up può aiutarti a dimostrare qualche anno di meno, ma hai altre frecce al tuo arco per frenare e contrastare la diminuzione della produzione del collagene che è una conseguenza naturale del passare del tempo. Prima di tutto, è possibile stimolare la produzione di collagene a partire di ciò che porti in tavola: mangia più spesso verdure a foglia verde come spinaci, bietole e cavoli, e frutta come gli agrumi, i kiwi, l’ananas e il melone, ricchi di vitamina C e luteina, che ne stimolano la produzione. Anche gli acidi grassi insaturi sono un toccasana per la pelle, e si trovano nell’olio di lino, nel pesce azzurro e nella frutta a guscio.

Oltre a stimolare la produzione del collagene, puoi frenare i radicali liberi che lo attaccano consumando prodotti a base di soia e tè verde, che contengono sostanze antiossidanti, e assumendo appositi integratori che si trovano in commercio.

Per agire dall’esterno, invece, puoi scegliere una crema o un siero a base di collagene e acido ialuronico: entrambi sono componenti fondamentali della pelle, il primo ne rinforza “l’impalcatura”, mentre il secondo trattiene l’acqua a livello dello strato corneo dell’epidermide e dunque essa appare più distesa e le rughe sono meno evidenti.

Per stimolare la produzione di collagene, inoltre, può essere utile il microneedling, il trattamento che si esegue con il dermaroller, un rullo con una testina dotata di minuscoli aghi. Passando delicatamente sulla pelle il dermaroller, gli aghi producono microlesioni e stimolano la produzione di collagene, rendendo la pelle più bella e tonica e le imperfezioni meno evidenti. Per massimizzare i risultati, l’uso del dermaroller dovrebbe essere abbinato a quello di un siero o una crema specifica, normalmente a base di acido ialuronico o glicolico.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Collagene, è possibile reintegrarlo?