Cellulite: come combatterla sotto il sole

Sole, mare e spiagge dorate: il contesto ideale per combattere la cellulite. Scopri come

Finalmente le agognate vacanze al mare stanno per iniziare e non vedi l’ora di stenderti sul lettino e dire addio a tutto ciò che implica l’uso delle gambe. Peccato che la cellulite sia ancora lì a presidiare la zona delle cosce, anche se tenti di nasconderla, e combatterla sotto il sole è una delle modalità più efficaci. Perciò ricordati di recarti in spiaggia con la consapevolezza di… timbrare il cartellino: let’s go at work!

La cellulite è un inestetismo della pelle che si presenta come un accumulo di grasso contenente molta acqua. I fronti quindi per contrastarla sono due: uno si focalizza sull’eliminazione dell’acqua e l’altro sull’eliminazione del tessuto adiposo. Vediamo come.

Cellulite: come combatterla sotto il sole: movimento in acqua salata

Il movimento è un’ottima soluzione per smaltire la cellulite, soprattutto quando è fatto nell’acqua salata e per almeno 40 minuti. Il tempo è importante poiché fino a 30 minuti di attività il nostro corpo consuma zuccheri presenti nel sangue e non brucia grassi. Invece fare una passeggiata di 40 minuti tutti i giorni o più volte al giorno nell’acqua senza che il livello superi la zona ombelicale è un vero toccasana. Meglio se ti muovi in ogni direzione in modo da stimolare ogni zona del corpo: qualche minuto in avanti, qualche minuto indietro e poi a destra e a sinistra. L’acqua delle onde massaggia le zone interessate e stimola la microcircolazione.

Cellulite: come combatterla sotto il sole: impacchi con le alghe

Un modo diverso per vedere le alghe che a volte infastidiscono e tolgono il piacere di un bagno rinfrescante? Le alghe sono un supporto nella lotta contro la cellulite poiché contengono sali di iodio in abbondanza e lo iodio è un alleato prezioso per il metabolismo dei grassi. Perciò, oltre ad assumere lo iodio attraverso l’alimentazione consumando grandi quantità di banane, rapanelli, frutti di mare, pomodori, fragole e lattuga, puoi anche dedicarti alla raccolta di alghe marine: dopo averle sciacquate bene in acqua di mare puoi fare degli impacchi e tenerli almeno 30 minuti. Se non ti piace la consistenza, puoi anche lasciarle macerare sotto il sole dentro a un secchiello d’acqua salata per almeno due ore e poi applicare il liquido con delle spugnature. La giornata al mare è lunga… ce la puoi fare.

Cellulite: come combatterla sotto il sole: evitare lunghi bagni di sole

La tintarella è d’obbligo ma stai attenta al calore: oltre a proteggerti dai raggi UV, proteggiti dal caldo poiché dilata i vasi sanguigni, favorisce la stasi circolatoria e il ristagno dei liquidi permettendo al grasso di imprigionare l’acqua. Cosa fare? Ogni dieci minuti una bella doccia d’acqua fredda, oppure prendi il sole in acqua sul materassino, tuffandoti spesso per rinfrescarti.

Cellulite: come combatterla sotto il sole: dieta da spiaggia

Se ami goderti la spiaggia per tutto il giorno, puoi portarti alcuni spuntini “anticellulite” che proteggono l’epidermide dall’attacco del calore e del sole e svolgono un’azione antiossidante: basta scegliere quelli ricchi di carotenoidi. Queste sostanze sono contenute in molti alimenti estivi, dalle carote ai pomodori, dalle albicocche a meloni, peperoni, angurie e papaya, e non contengono sale, che favorisce la formazione della cellulite. Puoi seguire una dieta specifica, e bere tanta tanta acqua: bevi almeno due litri al giorno per aiutare il corpo a eliminare le impurità.

Cellulite: come combatterla sotto il sole