Capelli: consigli e strategie per combattere la forfora

L’antiestetica polvere bianca, spesso accompagnata da prurito e irritazione, è un fastidio comune. Ecco come eliminarla dolcemente

Eliminare la forfora è una necessità più che un sogno. L’antiestetica polverina bianca che compare a volte sulle spalle può essere un problema temporaneo oppure una presenza costante. Nel primo caso può dipendere da un periodo di stress, dall’uso prolungato di phon e piastre o di prodotti troppo aggressivi che finiscono per alterare l’equilibrio del cuoio capelluto.

Sui capelli grassi, invece, la forfora può essere causata da un problema di dermatite seborroica. In genere si riconosce perché le scaglie tendono a staccarsi più difficilmente dal cuoio capelluto e si avverte un forte e fastidioso prurito. Inoltre, in questo caso l’irritazione può riguardare anche la zona dell’attaccatura dei capelli e la pelle tra le sopracciglia.

Le strategie per eliminare la forfora devo partire dall’analisi del problema: se la tua forfora è persistente l’idea migliore è quella di consultare un dermatologo che ti aiuterà con una cura studiata sul tuo caso particolare. Se invece la forfora si presenta solo occasionalmente, puoi mettere in campo alcuni rimedi semplici ma efficaci, che consistono essenzialmente in piccoli cambiamenti alle tue abitudini quotidiane.

Spesso, infatti, senza rendercene conto, anche nelle attività più semplici – ad esempio farci la doccia – possiamo compiere degli errori che mettono a repentaglio la salute della nostra pelle e dei nostri capelli. Prima di tutto è essenziale lavare i capelli con gesti delicati, quindi massaggiando dolcemente il cuoio capelluto con la punta dei polpastrelli, senza stressarlo eccessivamente.

Parlando di prodotti antiforfora, poi, la scelta va fatta con cura. Esistono moltissimi prodotti in commercio, ma alcuni possono essere troppo aggressivi. Ognuno dovrebbe scegliere in base al proprio problema, ma l’ideale è utilizzare uno shampoo delicato e poco schiumogeno da alternare a un prodotto specifico da applicare una volta la settimana.

In alternativa, puoi provare il peeling pre shampoo: è un prodotto che rimuove la forfora dal cuoio capelluto in modo delicato, evitando la necessità dell’uso dello shampoo antiforfora. Esistono anche oli pre shampoo da applicare e lasciare in posa almeno un’ora. Hanno un’azione antisettica utile per riequilibrare il cuoio capelluto e combattere il prurito.

Se hai i capelli grassi, per evitare di stressare eccessivamente la pelle e di causare, magari, una reazione ancora peggiore, è importante evitare di lavarli troppo spesso: il cuoi capelluto potrebbe rispondere all’aggressione producendo ancora più sebo. Inoltre, usa con attenzione i prodotti per lo styling come lacche e gel, potrebbero risultare irritanti.

Esistono anche rimedi fai da te per combattere la forfora: l’olio d’oliva, ad esempio, tra le sue mille virtù ha quella di idratare e calmare le irritazioni, quindi puoi fare un impacco con qualche cucchiaio d’olio unito a qualche goccia di succo di limone e lasciarlo in posa per una mezz’ora prima dello shampoo. Anche l’aloe vera è ottima per un impacco calmante, oltre all’aceto di mele, da diluire nell’acqua tiepida e massaggiare, anch’esso prima di lavarti i capelli.

Capelli: consigli e strategie per combattere la forfora