Come portare i capelli a 50 anni

Consigli preziosi per un taglio e un colore capaci di ringiovanire il volto. Prendendo spunto dalle chiome famose

La boa dei 50 anni è un traguardo importante: essere consapevoli dei cambiamenti fisici in atto e accettarli è il modo migliore per affrontarli. Le rughe aumentano? È naturale, ma potrete prenderle in contropiede con il taglio e il colore di capelli giusto. Partiamo dalle lunghezze dandoci un taglio. Avete sempre avuto una chioma fluente? Siete convinte di essere femminili solo con lo scalpo di Raperonzolo? È ora che qualcuno vi dica che il capello lungo sa essere spietato su un viso non più fresco. Ma non temete: questo non significa rasarsi a zero, tranquille. Basta accorciare, creare volume e morbidezza là dove sono troppo piatti, di modo che le onde possano meglio incorniciare il volto. Guardate le foto di Sara Jessica Parker e Uma Turman nella gallery: il capello ondulato dona loro molto di più del liscio totale.

La frangia è un ottimo espediente per coprire i segni del tempo della fronte. Ricordate che la frangetta è come la gonna: col passare degli anni va allungata; perciò se da ragazze amavate portarla corta, sappiate che con l’età è meglio evitare. L’altra mossa da non fare è puntare sull’extra liscio. Il capello a spaghetto senza volume, incollato alla testa, è terribile. Liscio sì, ma passate la piastra da metà lunghezza in giù, in modo da non togliere volume alle radici. Il capello corto è ok, ma serve dargli forma e volume. Usate il gel o la schiuma per scolpirli. L’ispirazione è Halle Berry, 46 anni, che gioca con le sue ciocche corte spettinandole. Oppure la quasi 58enne Sharon Stone.

Passiamo al colore. Il modo per azzeccare quello giusto è basarsi sull’incarnato. Se la carnagione è scura, olivastra, meglio restare sui toni caldi. Vanno benissimo tutte le sfumature del castano, i riflessi prugna o mogano. Carnagione chiara e occhi scuri si sposano bene al biondo. Chi ha carnagione chiara e occhi chiari può schiarire il biondo, provare il color rame o scurire optando per un castano. In ogni caso, chiedete consiglio alla vostra parrucchiera.

Evitate il tono su tono, che fa effetto parrucca: dei riflessi soft daranno luce alla chioma in modo più naturale. Preferite il grigio naturale? Perfetto e bellissimo, a patto che la tonalità sia argentea e non giallastra. Anche sul grigio si può giocare mixando tonalità più chiare e più scure, come fa Jamie Lee Curtis, 54 anni. Che dire invece del nero corvino? No, no, no e ancora no. Indurisce i lineamenti e mette in evidenza rughe, rughette e discromie della pelle.

Fonte: DiLei

Come portare i capelli a 50 anni